«La sanità è un disastro, Scura vada a casa» – VIDEO

Il senatore di Fi Siclari chiede un’accelerazione al governo (e contesta anche Oliverio). La denuncia su Locri: «Perse in allagamenti e incendi le carte sulla contabilità». E sulle Regionali: «No agli scontri di campanile»

LAMEZIA TERME «Non c’è più tempo per rinviare una decisione sulla sanità calabrese, siamo già in estremo ritardo. Il commissario Scura ritiene responsabile il presidente Oliverio, Oliverio ritiene Scura responsabile, il risultato sotto gli occhi di tutti è il disastro della sanità calabrese, come dimostrano i dati che ho portato in commissione Sanità al Senato, dati che hanno lasciato allibiti persino i miei colleghi». Marco Siclari, senatore di Forza Italia, parla a Lamezia Terme del tema che ha eletto come prioritario nella propria attività parlamentare. Dopo le audizioni informali del commissario Massimo Scura e del governatore Oliverio, il senatore forzista dà a entrambi le colpe del «disastro»: «L’errore di Scura – spiega – è stato quello di non aver fatto emergere da subito una incompatibilità con Oliverio e di non aver lamentato di essere stato lasciato solo dal ministro Lorenzin che l’aveva inserito alla guida della sanità calabrese; Oliverio a sua volta ha smantellato il dipartimento regionale né ha saputo dare un indirizzo al commissario». Eppure «il commissariamento della sanità calabrese ha fallito. Lo dicono i risultati, è necessario un cambio di passo. Mi era stato anticipato che nel Consiglio dei ministri di ieri Scura sarebbe stato rimosso, questo non è accaduto, forse avverrà domani, tra una settimana, ma quello che è certo è che se Scura è incompatibile con Oliverio o se ne va Scura, o se ne va Oliverio o se ne vanno tutti e due, perché non penso che dopo 4 anni possano riprendere a dialogare, e non possono più fare una lotta sulla pelle del diritto alla salute dei calabresi, perché in Calabria c’è un grave problema di assistenza sanitaria, come confermano i dati dell’emigrazione fuori regione».

«CARTE PERSE A LOCRI» Il riferimento al macigno dei 300 milioni versati fuori regione per l’assistenza sanitaria non è l’unico nel piccolo incartamento che il parlamentare consegna alla stampa. Il dossier contiene qualche dato sulla situazione economica dell’Asp di Reggio Calabria. E i numeri riflettono «gravi criticità: sono emerse circa mille assegnazioni giudiziarie relative al debito pregresso. Dal report fornito dal Tesoriere emergerebbe un valore di tali assegnazioni pari a circa 198 milioni di euro riferite ad anni a partire dal 2008. Inoltre il direttore generale dell’Asp di Reggio Calabria ha comunicato che presso l’ex Asl di Locri si sono verificati degli atti di vandalismo (allagamenti e incendi) nei locali contenenti la contabilità che, quindi, è andata persa». È un quadro drammatico per Siclari, che insiste: «Riguardo l’Asp di Reggio risultano in corso indagini di Prefettura, magistratura penale e magistratura contabile».

REGIONALI Siclari parla anche di politica. E spiega che le Regionali 2019 non sono «una questione di nomi ma di programmi e di obiettivi che dobbiamo perseguire come Forza Italia e come centrodestra. Ci sono quasi due milioni di giovani che se ne sono andati dal Sud. Dobbiamo concentrarci su questi temi. Sarò il primo a sostenere – dice – la figura che meglio potrà rappresentare una programmazione seria di rilancio della Calabria ma vorrei prima parlare di contenuti». «Ad oggi la situazione è chiara – spiega riferendosi al patto siglato nel centrodestra –: a livello locale andremo in coalizione, se ci saranno altre novità, che al momento non ci sono, vedremo. Chiunque sarà il governatore dovrà rappresentare tutti i calabresi». È un invito a evitare divisioni tra territori che hanno sempre caratterizzato la scelta dei nomi da proporre agli elettori. Ad assistere alla conferenza stampa c’erano il consigliere regionale della Casa della libertà Giuseppe Pedà, il segretario regionale dell’Udc Franco Talarico, Mario Magno, ex consigliere regionale di Forza Italia, e Alfonso Grillo, già consigliere regionale della lista Scopelliti Presidente.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto