Il futuro dei giovani in un convegno all’Unical

In un’iniziativa organizzata da “FuturoPlurale” e da “Sud” si è parlato delle opportunità offerte ai giovanissimi che decidono di investire in Calabria. Laratta: «Senza giovani la regione muore»

RENDE Sono tante le opportunità per i giovani che decidono di investire in Calabria, di creare un’opportunità di crescita, di avere finanziamenti che molto spesso nemmeno se ne conosce l’esistenza. Questi ragazzi molto spesso nessuno li informa, perché difficilmente si riesce ad avere l’occasione di sapere e di approfondire. Martedì all’Università della Calabria, per iniziativa di “FuturoPlurale” e di “Sud’”, erano tantissimi i ragazzi che hanno partecipato ad una interessante iniziativa, che ha inteso informare, far conoscere tutte le opportunità di fare impresa, di avere un prestito ed un finanziamento con nuove e più interessanti regole: cioè prima di creare l’impresa che si intende realizzare, se ritenuta interessante viene subito finanziata! Si inverte così quello che è stato il punto debole di ogni iniziativa, che ha fatto fallire tutti i tentativi di fare impresa: i soldi li hai subito, l’impresa cominci a farla subito dopo. Molta l’attenzione dei ragazzi che hanno fatto tante domande e dimostrato tanto interesse.
Ad aprire i lavori è stato Franco Laratta già parlamentare, che con la sua associazione “FuturoPlurale” sta portando in giro per le Calabria una serie di iniziative dedicate ai giovani, soprattutto quelli più sfiduciati che non trovano lavoro e stanno abbandonando la Calabria: «È devastante la fuga dei giovani dalla Calabria, nonostante ci siano opportunità e finanziamenti ad hoc. Ma i giovani sono sfiduciati, il tessuto sociale e culturale della nostra terra è ormai a pezzi. Il problema è che i nostri ragazzi non hanno più fiducia, perché finora sono stati presi in giro, sono stati illusi e molto spesso sono stati strumentalizzati. Senza i giovani la Calabria muore».
Anche il senatore accademico dell’Unical, Michele Leonetti, dell’associazione universitaria “Sud”, ha fatto un invito ai ragazzi a credere di più nelle potenzialità di questa terra, ma ha chiesto alle istituzioni maggiore attenzione, più determinazione nel rendere semplici e utilizzabili gli strumenti che sono a disposizione.
La relazione tecnica e tutte le spiegazioni sulle normative oggi a disposizione dei ragazzi è stata fatta dall’esperto Antonello Rispoli.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto