Crotone, Comune escluso dal bando sui borghi marinari

Non ammesso perché le spese previste non rientrano tra quelle ammissibili. Ira dell’opposizione: «Fondi persi per l’incapacità di stilare i progetti»

CROTONE Il Comune di Crotone non è stato ammesso ai finanziamenti del bando regionale Flag I “i borghi marinari dello Ionio”. Il motivo dell’esclusione è legato al fatto che «le spese previste in progetto non rientrano tra quelle ammissibili».
Evidentemente chi ha redatto il progetto, lo scorso mese di giugno, non ha letto con attenzione quello che prevedeva il bando. Il progetto è stato presentato, la scorsa estate, nel corso di una conferenza stampa tenutasi nel palazzo comunale di Crotone dai tre assessori interessati: Francesco Pesce (delega alla pesca), Sabrina Gentile (Attività produttive) e Leo Pedace (Lavori pubblici).
La proposta prevedeva un intervento di riqualificazione della pescheria del mercato di via Giacomo Manna. Il Comune di Crotone, tra l’altro, ha presentato il progetto nei termini previsti, ma in ritardo rispetto ad altri comuni per cui non è stato nemmeno individuato come capofila. Sull’esclusione è intervenuto il consigliere comunale Giovanni Procopio (Crotone Bene comune), che ha evidenziato «i limiti dell’attuale amministrazione e di coloro che vengono incaricati a redigere i progetti». Il consigliere di opposizione attribuisce le colpe dell’esclusione sia alla parte politica che a quella burocratica. Secondo Procopio «non si può continuare a perdere finanziamenti perché si commettono errori nella compilazione dei progetti».
Tra i Comuni esclusi della provincia di Crotone vi sono anche Melissa e Crucoli perché «mancano i nulla osta autorizzazioni e pareri». Questa è la storia quotidiana dei Comuni calabresi che perdono i finanziamenti perché non riescono a presentare progetti in regola con i bandi.

Gaetano Megna
redazione@corrierecal.it





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto