Una proposta di legge per “aiutare” le auto elettriche

La commissione Ambiente del consiglio regionale approva il progetto di sviluppo della rete per la ricarica delle vetture. Orlandino Greco: «Un passo nel futuro»

REGGIO CALABRIA La quarta Commissione consiliare, “Assetto del Territorio e protezione dell’Ambiente”, presieduta dal consigliere Domenico Bevacqua, ha approvato a maggioranza (il consigliere Domenico Tallini astenuto) una proposta di legge di iniziativa del consigliere Orlandino Greco per «favorire la mobilità elettrica nella regione Calabria e sviluppare la rete infrastrutturale per la ricarica delle vetture». 
«Gli obiettivi della legge – si afferma nella relazione di accompagnamento – sono la riduzione delle emissioni inquinanti e la salvaguardia dell’ambiente con una conseguente diminuzione dei rischi della salute dei cittadini dovuta principalmente al minore consumo di combustibili fossili, all’utilizzo di sistemi di propulsione alternativi e all’incremento del numero circolante di veicoli elettrici. È confermato infatti che la mobilità urbana contribuisce in maniera preponderante al riscaldamento dell’atmosfera terrestre che si sta registrando negli ultimi decenni».
Nel prosieguo dei lavori, la Commissione, in merito alla proposta di legge Pedà-Sculco che introduce modifiche alle norme della numero 21/2010 (legge Urbanistica), su proposta del presidente Bevacqua ha deciso di demandare all’Ufficio di Presidenza del Conisglio regionale il compito di elaborare un testo condiviso da portare direttamente in aula nella prossima seduta utile dell’Assemblea. «Tutto ciò – ha sottolineato Domenico Bevacqua – per evitare di oltrepassare l’anno in corso dando così risposte immediate ai comuni, ai tanti professionisti e ai tanti cittadini interessati per potere effettuare i lavori programmati». 
Successivamente, l’organismo ha incardinato una proposta di legge di iniziativa dei Consigli comunali di Trebisacce, Cardinale, Torre di Ruggiero, San Mango D’Acquino, Rossano, Altomonte, San Marco Argentano, Morano Calabro, Spezzano della Sila, Cleto, Castiglione Cosentino, Cerisano, Montalto Uffugo, Buonvicino, Fuscaldo, Papasidero, Motta Santa Lucia, Paterno Calabro, Spilinga, Filadelfia, Santa Severina, contenente «norme per la valorizzazione dei centri storici calabresi e in materia ambientale».

GRECO: «UN PASSO NEL FUTURO» «Con l’approvazione nella IV Commissione consiliare regionale della mia proposta di legge per la diffusione della mobilità elettrica, la Calabria fa un passo nel futuro e si adegua alle regioni europee all’avanguardia nell’ambito della mobilità sostenibile». A dichiararlo è il consigliere regionale Orlandino Greco. «In diverse aree della regione – spiega – i livelli di inquinamento atmosferico registrano dati in crescita, specialmente nei centri urbani più popolosi, caratterizzati da spostamenti di breve o media distanza ed in prossimità delle zone industriali. Con la proposta di legge approvata questa mattina si intende favorire la diffusione della mobilità elettrica per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera e salvaguardia dell’ambiente, diminuire i rischi per la salute dei cittadini, ridurre il consumo di combustibili fossili, promuovere l’utilizzo di sistemi di propulsione alternativa, incrementare il numero circolante di veicoli elettrici. Il traffico veicolare regionale – continua – si muove quasi unicamente con l’utilizzo di veicoli che si alimentano con combustibili fossili, risorse destinate ad esaurirsi in tempi relativamente brevi in totale contrasto alle strategie Europa 2020 che mirano a promuovere mezzi a basso impatto ambientale».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto