Sfida tra i “quasi amici” Cannizzaro-Siclari, in Fi è guerra di convention

I due parlamentari convocano due eventi uguali per il prossimo weekend. Per tentare di prevalere l’uno sull’altro e affermare la propria leadership a Reggio. Il partito continua a spaccarsi. Anche in vista delle Regionali

REGGIO CALABRIA In fondo sono quasi amici. In pubblico si baciano, si abbracciano e si giurano fedeltà assoluta, ma nella realtà il rapporto tra Ciccio Cannizzaro e Marco Siclari è ai minimi termini. I due giovani parlamentari di Forza Italia non perdono occasione per farsi la guerra, con esiti talvolta grotteschi, nel tentativo di prevalere l’uno sull’altro e di porsi come leader del partito a Reggio Calabria.
Per sabato 15 e domenica 16 dicembre sono in programma due distinte convention di Forza Italia, una organizzata da Siclari, l’altra da Cannizzaro. Due eventi sostanzialmente uguali che si svolgeranno nella stessa sede – l’auditorium “Calipari” del consiglio regionale della Calabria – e alla presenza di tanti big nazionali e, probabilmente, degli altri dirigenti calabresi. Questi ultimi avranno tre opzioni: starsene a casa, partecipare a uno solo degli eventi oppure prendere parte a tutti e due, così da non scontentare nessuno.
Restano le piccinerie di due dirigenti in perenne competizione tra loro e una domanda: non sarebbe stato politicamente più opportuno convocare una sola reunion di partito? Evidentemente no.
Gli appuntamenti del prossimo weekend – oltre all’antipatia reciproca – dimostrano l’abisso politico che separa Cannizzaro e Siclari, ma anche le crepe tuttora aperte nel partito azzurro, diviso a metà tra chi sostiene la candidatura a governatore di Mario Occhiuto alle prossime Regionali e chi, invece, tenta di ostacolarla con ogni mezzo politico.
E così è partita perfino la gara dei manifesti che sponsorizzano i due eventi, definiti entrambi «nazionali»: quello di Cannizzaro si chiama “L’Italia del Sud”, quello di Siclari “La Calabria che vince”.

A COLPI DI VIDEO Come se non bastasse, la contesa è stata arricchita da due videomessaggi, pubblicati dai parlamentari reggini sui rispettivi profili social.
Cannizzaro – che è stato il primo a convocare l’appuntamento politico di domenica – è stato, anche in questo caso, il più tempestivo. «È la prima convention nazionale di Forza Italia alla presenza di tanti big nazionali che arriveranno a Reggio non per prendere, ma per dare un contributo di idee, di confronto, di dibattito, di tanta passione politica per gettare le basi, assieme a tutti i partiti del centrodestra, per l’avvio di una campagna elettorale che ci vedrà protagonisti alle prossime competizioni elettorali», spiega il deputato nel suo video (sotto).

🇮🇹L'ITALIA DEL SUD🇮🇹…DOMENICA 16 DICEMBRE ORE 17..💪

Pubblicato da Francesco Cannizzaro su Giovedì 13 dicembre 2018

Nel giro di poche ore appare anche il messaggio del senatore (sotto), che usa toni ancora più roboanti: «Ci riuniamo, per la prima volta nella storia, tutti i senatori di Forza Italia della regione Sicilia e della Calabria». E lo scopo è quello di «lanciare con tutte le nostre forze un messaggio di riscatto che deve arrivare a questo governo e a tutto il Paese: il Sud deve crescere insieme al resto del Paese». Poi Siclari fa l’elenco degli ospiti: la capogruppo al Senato Anna Maria Bernini, Lucio Malan, Fulvio Martusciello, Gabriella Giammanco, Renato Schifani; e, infine, i parlamentari calabresi Jole Santelli e Giuseppe Mangialavori. Nessun accenno, ovviamente, al quasi amico Cannizzaro. E non è certo un caso.

SABATO 15 DICEMBRE ORE 16. TI ASPETTO

Questo #SABATO 15 Dicembre ore 16.00, INTERVERRÀ a #REGGIOCALABRIA IL PRESIDENTE ANTONIO #TAJANI. Per la prima volta a Reggio Calabria ci saranno tutti i Senatori di Forza Italia Siciliani e Calabresi per discutere insieme del futuro della Calabria e del Sud del nostro PaeseTi ASPETTO SABATO 15, ore 16, sala Calipari, Palazzo Consiglio Regionale.Sarà occasione per abbracciare la città per lo scambio di auguri per il Santo Natale.Marco Siclari Marco Siclari

Pubblicato da Marco Siclari Senato su Giovedì 13 dicembre 2018

I “PRENOTATORI” Le due convention rischiano insomma di offrire l’immagine di un partito completamente spaccato in due. E infatti, a parte i dissidi personali, Cannizzaro e Siclari stanno su posizioni opposte anche rispetto alle prossime Regionali. Cannizzaro si è da tempo schierato a favore della candidatura di Occhiuto; Siclari è invece vicinissimo alle posizioni del gruppo Gentile-Aiello, che vede la discesa in campo del sindaco di Cosenza come un male da evitare assolutamente.
Perfino il modo in cui sono state organizzate le due convention ha creato spunti per le polemiche interne al partito. A prenotare la sala “Calipari” per Cannizzaro è stato il consigliere regionale Giuseppe Pedà; a farlo per Siclari è stato proprio il vicepresidente dell’assemblea, Pino Gentile, a riprova della vicinanza del senatore a quest’area.
Anche questi sono segnali chiari: due “prenotatori” diversi per due eventi diversi, convocati da parlamentari che dovrebbero rappresentare un partito unico.

Pietro Bellantoni
p.bellantoni@corrierecal.it







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto