Sanità, Schael arriva in Calabria: finisce l’era Scura

Il sub commissario ha formalmente preso servizio in Regione. È arrivato in treno da Bolzano e ha “costretto” i dirigenti a prendere atto della nomina del governo. Il “capo” Cotticelli si insedierà l’8 gennaio. Già chiesti il trasferimento degli uffici nella Cittadella e la revisione dell’avviso sui dg

CATANZARO Il sub-commissario della Sanità, Thomas Schael, ha formalmente preso servizio in Calabria. Adesso manca solo l’arrivo del nuovo “capo” e successore di Scura, Saverio Cotticelli.
Questa mattina Schael è arrivato in Cittadella all’improvviso e senza essere stato formalmente “invitato”. La Regione Calabria, infatti, non aveva ancora provveduto alla presa d’atto della deliberazione dell’incarico da parte del Consiglio dei ministri, che decorre dallo scorso 7 dicembre.
Nei giorni scorsi, i deputati 5 stelle Francesco Sapia e Dalila Nesci, entrambi componenti della commissione Sanità, avevano diffidato la Cittadella per sollecitare l’insediamento effettivo del commissario Cotticelli e del suo “vice”, Schael.
Il “sub” è arrivato da Bolzano a Catanzaro in treno, lasciando letteralmente di stucco i dirigenti dei dipartimenti Presidenza, Salute e Segretariato. La sortita di Schael ha obbligato i burocrati ad accelerare le pratiche e a espletare al momento le formalità necessarie.
Alla fine dell’iter, è arrivata la tanto attesa firma del neo dirigente generale del dipartimento Salute Antonio Belcastro, che ha formalmente preso atto del nuovo incarico di Schael.
Il sub-commissario – che ha dunque assunto in pieno la responsabilità che gli è stata assegnata dal governo – non ha perso tempo e ha già comunicato allo stesso Belcastro la necessità di trasferire la struttura commissariale – oggi ospitata a Palazzo Alemanni – negli uffici del dipartimento Salute della Cittadella subito dopo le festività natalizie.
La presa di servizio di Schael di fatto impedisce al commissario uscente Scura di adottare nuovi atti. Il vice commissario, inoltre, avrebbe espresso a Belcastro qualche perplessità sulla legittimità dell’avviso per la scelta dei nuovi direttori generali delle Aziende sanitarie e ospedaliere, invitando il dg a rivedere l’intera procedura.

COTTICELLI Bisognerà aspettare il nuovo anno, invece, per l’incarico effettivo di Cotticelli, che si insedierà il prossimo 8 gennaio. Da quanto trapela, Cotticelli e Schael avrebbe già preso l’impegno di rivedere insieme gli atti adottati da Scura dopo il 7 dicembre, data della nomina dei nuovi commissari da parte del Cdm.
Sapia e Nesci, in una nota, esprimono il loro «apprezzamento per il significativo gesto di responsabilità di Scahel, a ridosso del Natale, che ha indotto la Regione a chiudere con la gestione Scura», e si augurano che la Regione Calabria «collabori con i nuovi commissari alla Sanità, per il bene dei calabresi, ai quali vanno date risposte».

Pietro Bellantoni
p.bellantoni@corrierecal.it





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto