«Doppia preferenza, la legge è necessaria»

La presidente della Commissione regionale per le Pari Opportunità: «Tempi maturi per riequilibrare la rappresentanza di genere»

REGGIO CALABRIA «Ringrazio l’onorevole Sculco per il lavoro che svolge in Aula rammentando a tutti la necessaria prova di democrazia paritaria istituzionale di cui la Calabria non può fare più a meno».
È quanto afferma la presidente della Commissione regionale per le Pari Opportunità Cinzia Nava (qui vi abbiamo raccontato lo scontro in conferenza dei capigruppo sulla legge).
«Anche i presidenti Oliverio e Irto – prosegue – avevano rassicurato la nostra Commissione sulla calendarizzazione della proposta di legge, dimostrando sensibilità verso una questione fondamentale che attiene i meccanismi di rappresentanza in seno all’Assise regionale nella direzione di una effettiva e garantita partecipazione delle donne ai processi decisionali e politici».
«Confidiamo che ciò avvenga senza ulteriori rinvii e concordiamo con la Consigliera che è arrivato il momento che si dia seguito con i fatti a quanto più volte assicurato. Il dibattito su questo tema, infatti, è stato ampiamente sviluppato ed approfondito; ormai i tempi sono maturi per imprimere una concreta svolta in termini di riequilibrio della rappresentanza istituzionale» – evidenzia Nava.
«Adottando la legge sulla doppia preferenza di genere – conclude la Presidente della CRPO – la Calabria raggiungerebbe quel cambiamento culturale che è alla base di una vera democrazia paritaria. Anche questo significherebbe porre in essere una azione significativa di contrasto alle disuguaglianze».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto