Gallo: «A Praia 7 mesi per un’ecografia»

Il consigliere regionale di Forza Italia denuncia disservizi all’ospedale della cittadina del Tirreno cosentino: «Situazione grave che sfugge ai vertici dell’Asp»

PRAIA A MARE «Un’ecografia? Sì, ma non prima di settembre. Questi i tempi garantiti dall’ospedale di Praia a Mare». È quanto si afferma in una nota del commissario provinciale di Forza Italia, Gianluca Gallo, consigliere regionale. «Non c’è bisogno di spiegare – aggiunge Gallo – l’importanza degli accertamenti che solo un ecografo può garantire con accuratezza, nell’ambito della rete di emergenza ed urgenza. Tuttavia tale funzione, per molti versi vitale, sembra sfuggire all’Azienda sanitaria provinciale che lascia Praia in un completo stato di emarginazione e solitudine. Il servizio è stato a lungo garantito dall’ecografo in dotazione al Reparto di Radiologia. Poi, nell’aprile del 2018, a seguito di un guasto, ne è stata prontamente richiesta la riparazione. Ma quando la ditta incaricata ha preso contezza della situazione ha comunicato che la riparazione, se effettuata, non sarebbe durata a lungo, considerate la vetustà dell’apparecchio e le sue condizioni, suggerendo indirettamente, con senso di responsabilità, di risparmiare i 9.000 euro stanziati per rimetterlo in sesto. Da allora più niente. Solo disservizi».
«Gli inviti anche dei sindaci e del personale sanitario – sostiene ancora Gallo – sono rimasti inascoltati. Sollecitazioni e diffide non hanno sortito alcun effetto e ad oggi le prestazioni sono erogate attraverso l’impiego saltuario dell’ecografo in dotazione agli ambulatori territoriali. I cittadini che chiedono di potersi sottoporre a visita si vedono fissare appuntamenti a dopo l’estate, alla faccia del diritto alla salute».
«È evidente – sottolinea il commissario provinciale di Forza Italia – la necessità di un intervento immediato, che valga a ripristinare la normalità. Una questione essenziale, che coinvolge anche le competenze della giunta regionale, che finge di non sapere ma che in realtà ha grandi responsabilità per quanto va accadendo. Auspichiamo risposte e soprattutto soluzioni in tempi brevi, per l’ecografo così come in ordine alla riapertura ed al potenziamento dell’ospedale praiese: i calabresi non meritano tanta indifferenza da parte chi governa».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto