Pd, primarie concluse: approvati i risultati (orali) – I NOMI DEGLI ELETTI

La commissione regionale per il congresso ratifica il voto. Ma i verbali consegnati dalle federazioni provinciali sono incompleti o del tutto assenti

LAMEZIA TERME A distanza di una settimana, il Pd calabrese riesce nell'”impresa” di approvare i risultati delle primarie. La commissione regionale per il congresso ha ratificato i dati e assegnato alle varie mozioni i seggi per l’assemblea nazionale. Le liste Zingaretti fanno il pieno e riescono a eleggere 17 delegati su 25. Il resto se lo dividono Martina (6 posti) e Giachetti (2).
Come sempre accade in occasione delle primarie, tuttavia, anche al momento dell’approvazione dei dati non sono mancate le stranezze e le anomalie. La commissione avrebbe infatti ratificato semplici verbali “orali”. Le Federazioni provinciali avrebbero omesso di consegnare tutti i documenti cartacei dei singoli seggi elettorali o li avrebbero depositati in forma parziale.
Così la commissione, presieduta da Giovanni Puccio, sarebbe stata costretta ad approvare i dati sulla scorta delle semplici comunicazioni informali delle varie segreterie territoriali. L’altra particolarità riguarda i soldi, ovvero i due euro che gli elettori hanno pagato per partecipare al voto: le federazioni non avrebbero proceduto alla consegna dei fondi o, in altri casi, li avrebbero depositati solo in parte.
Quanto ai vari ricorsi presentati, con i quali erano stati segnalati brogli, discrasie tra voti e votanti e misteriose sparizioni di registri, pare che i rappresentanti delle varie mozioni abbiano deciso di metterci una pietra sopra e di procedere comunque alla ratifica dei risultati.
Nel Pd calabrese sembra insomma essere scoppiata la pace, frutto di un accordo sui seggi che avrebbe fatto anche a meno dei verbali ufficiali. Gli effetti di una tale tregua (interessata) saranno tutti da scoprire. E c’è chi giura che si vedranno già a partire dalla prossima settimana, quando il consiglio regionale dovrà in qualche modo pronunciarsi sulla doppia preferenza di genere.

GLI ELETTI Poche le sorprese. “Piazza Grande”, la lista pro-Zingaretti sostenuta dal governatore Oliverio, riesce a ottenere 12 seggi su 17 e a eleggere, tra gli altri, il segretario provinciale Luigi Guglielmelli (Cosenza) e l’ex presidente della Provincia di Catanzaro (ed ex renziano) Enzo Bruno. “Calabria con Zingaretti”, sponsorizzata dagli “antioliveriani” Carlo Guccione e Bruno Censore, conquista i 5 posti rimasti e l’entrata in assemblea di Giuseppe Mazzuca (Cosenza) e del già candidato alla guida della Provincia di Vibo, Antonino Schinella.
Dell’assise nazionale faranno parte anche l’ex aspirante alla segreteria regionale del Pd, Massimo Canale, capolista a Reggio della mozione Martina e il capo della Federazione provinciale di Catanzaro, Gianluca Cuda. (Pietro Bellantoni)

MOZIONE ZINGARETTI
Reggio-Vibo

Lista “Piazza Grande”
1. Angela Martino
2. Marco Rotella
3. Carmela Latella

Lista “Calabria con Zingaretti”
1. Antonio Schinella
2. Maria Canduci

Catanzaro-Crotone

Lista “Piazza Grande”
1. Vincenzo Bruno
2. Simona Ginetta Mancuso
3. Sergio Contarino
4. Antonella Stefanizzi

Lista “Calabria con Zingaretti”

1. Antonella Lombardo

Cosenza

Lista “Piazza Grande”

1. Luigi Guglielmelli
2. Eleonora Ienaro

Lista “Calabria con Zingaretti”
1. Giuseppe Mazzuca

Cosenza provincia

Lista “Piazza Grande”

1. Anna Maria Dicianni
2. Carmine Quercia
3. Serena Iacucci

Lista “Calabria con Zingaretti”
1. Maria Marino

MOZIONE MARTINA
Reggio-Vibo

1. Massimo Canale
2. Maria Salvia

Catanzaro-Crotone
1. Gianluca Cuda
2. Marilina Intrieri

Cosenza
1. Biancamaria Rende

Cosenza provincia
1. Pino Capalbo

MOZIONE GIACHETTI

Reggio-Vibo
1. Maria Foti

Cosenza provincia
1. Francesco Grosso







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto