Investimenti e tagli, il primo bilancio di Abramo a Palazzo di Vetro

Il presidente della Provincia di Catanzaro illustra i risultati di cinque mesi alla guida dell’amministrazione: interventi per oltre 56 milioni, risparmi per oltre un milione

CATANZARO Investimenti per oltre 56 milioni, spalmati in tre anni, e risparmi già realizzati per oltre un milione. E’ il primo bilancio di Sergio Abramo quale presidente della Provincia. Un bilancio un po’ irrituale, perché illustrato non dopo i canonici sei mesi ma dopo cinque mesi dalla vittoria alle elezioni dello scorso ottobre, ma secondo il presidente di Palazzo di Vetro pieno di risultati. «L’obiettivo di questo incontro – ha esordito Abramo – è dimostrare che con una buona gestione, nonostante le difficoltà determinate dalla legge Delrio e i tagli ai fondi, si possono fare cose utili e importanti. Vogliamo dare il senso di un’amministrazione che programma per fare in modo che la Regione possa cambiare. Infatti, a mio avviso il vero motivo per cui la Regione non cambia e oggi fa acqua da più parti è la mancanza di programmazione: non è un attacco politico, non accuso assolutamente questa o quella Giunta, ma – ha sostenuto il presidente della Provincia – è innegabile che finora sia mancata una classe dirigente e lo scotto di questo lo stanno pagando i cittadini. Sto da tempo cercando di sensibilizzare la politica che amministrare è un altro mestiere, ma non sono molto ascoltato». Tra i risultati di questi cinque mesi di amministrazione provinciale, Abramo ha citato gli interventi per la viabilità e per gli istituti scolastici del Catanzarese, del Lametino e del Soveratese, l’attivazione della Stazione appaltante e dello Sportello Europa, l’approvazione del Piano triennale delle opere pubbliche, il restyling del Parco della Biodiversità, la dismissione di alcuni fitti passivi per oltre 800mila euro. «Prevediamo poi di recuperare 7 milioni dai tributi, cifra finora mai incassata. E – ha ricordato il presidente della Provincia – grazie ai risparmi abbiamo anche una piccola “cassaforte” che ci consente di far fronte a esigenze improvvise e a futuri investimenti».
Il presidente ha ringraziato tutto il personale della Provincia, parlando di «una grande squadra che mi consente di lavorare in piena serenità», e ha quindi ringraziato «il Consiglio provinciale, maggioranza e opposizione, per lo spirito di collaborazione, un bell’esempio di buona amministrazione». Nella prossima settimana «saranno ufficializzate le deleghe ai singoli consiglieri», ha poi annunciato Abramo, precisando subito, tuttavia, che «le decisioni su tutte le materie saranno adottate in maniera collegiale». Abramo ha infine alzato lo sguardo anche in prospettiva: «Dobbiamo e vogliamo far diventare la Provincia di Catanzaro e tutte le Province qualcosa d’altro e di più di quello che sono oggi. In questo senso, andando in anticipo al di là della riforma Delrio che comunque dev’essere superata, va la proposta di legge regionale che abbiamo presentato per dare alle Province alcune deleghe in materie che – ha concluso – la Regione fa grande fatica a gestire, come rifiuti, acqua, servizi socio-sanitari, e assistenza agli enti locali per la programmazione dei fondi comunitari».

a. cant.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto