Ferro: «Sblocco turnover merito delle opposizioni»

Il deputato di Fratelli d’Italia rivendica l’approvazione dell’emendamento al “decreto Calabria”: «Diamo atta alla maggioranza che non si incaponita»

CATANZARO «Lo sblocco del turnover è merito innanzitutto delle opposizioni, che hanno chiesto con forza al governo di correggere in questa direzione il “decreto Calabria”». È quanto afferma il deputato di Fratelli d’Italia, Wanda Ferro. «Io stessa, insieme alla collega di Fratelli d’Italia in Commissione Affari Sociali, Maria Teresa Bellucci – aggiunge – ho presentato un emendamento finalizzato all’immediato sblocco del turn-over del personale delle aziende sanitarie ed ospedaliere, al fine di assicurare la tutela dei livelli essenziali di assistenza. Bisogna rendere atto alla maggioranza di non essersi incaponita, questa volta, su una norma che avrebbe avuto effetti devastanti per la sanità calabrese, ma di avere recepito questa modifica del decreto che consentirà di procedere alle necessarie assunzioni».
«È una vittoria della buona politica – afferma ancora Ferro – quella che riesce a dialogare e a confrontarsi per fare l’interesse dei cittadini. Un buon segnale di disponibilità da parte del governo, che salutiamo con soddisfazione, ma che certo non possiamo considerare come il suo abituale modus operandi, tutt’altro. Inoltre la Commissione ha approvato due emendamenti che abbiamo presentato come Fratelli d’Italia, il primo sulla necessità del Commissario ad acta di confrontarsi con il rettore nelle nomine dei commissari delle aziende ospedaliero-universitarie, il secondo che pone limiti ai compensi dei Commissari straordinari». «È la prova che l’impegno di chi, dall’opposizione, lavora per presentare emendamenti e modifiche – conclude – è diretto a migliorare le norme nell’interesse dei cittadini, non certo a “far parlare di sé”, e comunque sempre confidando su una responsabile apertura al confronto da parte della maggioranza, e non certo partendo dalla consapevolezza che la propria proposta verrà bocciata a priori».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto