Progressioni di carriera “bloccate” al Comune di Crotone

Un assessore frena e il regolamento non viene approvato dalla Giunta guidata da Ugo Pugliese

di Gaetano Megna
CROTONE Le progressioni di carriera bloccate da un assessore. Al Comune di Crotone sarebbe tutto pronto per dare il via libera alle progressioni di carriera previste dalla legge Madia, ma un assessore frena e il regolamento non viene approvato dalla Giunta guidata da Ugo Pugliese. La legge Madia consente ai Comuni di “promuovere” alcuni dipendenti senza fare il concorso. Può fare “carriera” solo una parte di coloro che hanno maturato i requisiti, perché i posti a disposizione per questo avanzamento sono il 20% della disponibilità prevista dalla pianta organica. Nello specifico si tratterebbe di sette dipendenti che hanno i requisiti e nella pianta organica troverebbe spazio la loro progressione di carriera. È stato fatto tutto quello che c’era da fare per completare l’iter. Un mese fa c’è persino stata la concertazione con i sindacati. Sta di fatto che, ogni volta che c’è una riunione di Giunta e la proposta viene reiterata, qualcuno si oppone e viene rinviato tutta alla prossima seduta. In verità i posti da mettere a disposizione potrebbero aumentare se l’amministrazione comunale decidesse di aggiornare il piano triennale del personale arricchendolo con i posti delle persone che sono andate in pensione. I pensionamenti al Comune di Crotone sono un centinaio e, quindi, la progressione di carriera potrebbe essere superiore ai sette che attualmente sono stati censiti. (redazione@corrierecal.it)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto