Nuovi assetti in Fi, Tallini: «Programma Carfagna coincide con quello di Occhiuto»

Il coordinatore provinciale di Catanzaro esalta il «capolavoro» di Berlusconi. Ed elogia la vicepresidente della Camera

CATANZARO «La nomina di Mara Carfagna e Giovanni Toti al vertice di Forza Italia è stata un capolavoro di unità e di rinnovamento del presidente Berlusconi. Due coordinatori giovani, motivati, sia pure tra loro differenti per cultura e formazione politica, hanno la possibilità di ricreare in Italia uno spazio importante e decisivo per l’area liberale, moderata, riformista e soprattutto europeista. Uno spazio che solo Forza Italia può occupare nel nostro Paese. Si riparte del basso, recuperando tutti coloro che si sono allontanati, ma anche con una nuova e originale proposta politica». Lo afferma, in una nota, il consigliere regionale Domenico Tallini, sottolineando che «proprio dalla Calabria e dal suo coordinamento regionale è partita con forza la richiesta di cambiamento e di unità al vertice del partito».
«C’è soddisfazione in particolare per la grande responsabilità che è stata assegnata a Mara Carfagna, una leader meridionalista che sarà capace di parlare a tutto il Paese, soprattutto alle donne e ai giovani. Ci convincono alcune idee già lanciate dal vicepresidente della Camera che ha ipotizzato una svolta verde e ambientalista nelle politiche di Forza Italia, puntando ad affrontare questioni vitali come l’acqua, i mari, il clima, le energie rinnovabili. Trovo una grande coincidenza tra questa impostazione e quella che, più modestamente, abbiamo proposto in Calabria per il futuro governo regionale».
«Sono anche certo – conclude Tallini – che Carfagna saprà contrastare gli egoismi che sembrano prevalere nel governo a vantaggio delle Regioni più forti e più ricche, con ipotesi di federalismo che spaccherebbero in due l’Italia, creando cittadini di serie A e cittadini di serie B. Ripartiamo con grande entusiasmo, dalla Regione che storicamente è la più azzurra d’Italia, per stare accanto a Giovanni Toti e Mara Carfagna, pronti, con grande umiltà e la consapevolezza che non sarà facile e semplice, ad aprire una fase nuova di coinvolgimento di tutte le persone di buona volontà che intendono dare una mano a questo grande e ambizioso progetto».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto