«Verso la la città unica Cosenza-Rende». Al via il Comitato per l’Agenda urbana

Ok agli atti preliminari: illuminazione ed efficientamento energetico dovranno essere completati entro il 2022

COSENZA Si è insediato ufficialmente il Comitato di coordinamento per l’attuazione dell’Agenda urbana composto dai sindaci di Cosenza e di Rende, Mario Occhiuto e Marcello Manna, da Angela Carbone (coordinatore del Comitato), dai dirigenti dei Lavori pubblici dei rispettivi Comuni, Francesco Converso e Francesco Minutolo. I lavori – si legge in una nota – sono stati condotti in collaborazione con i rappresentanti del Sasus, Salvatore Orlando e Vincenzo Pezzi, presenti l’assessore all’Urbanistica del Comune di Cosenza Michelangelo Spataro, la consigliera delegata all’Agenda urbana Alessandra de Rosa, il capo gabinetto del sindaco di Cosenza Antonio Molinari e tutto il gruppo di lavoro dell’Agenda urbana.
«Sono stati predisposti e regolarmente trasmessi – si legge nella nota – gli atti preliminari all’attuazione della strategia di sviluppo urbano sostenibile. Il Comitato ha condiviso la distribuzione delle risorse destinate a finanziare i progetti, nonché i cronoprogrammi di attuazione, i quali prevedono che gli appalti delle opere pubbliche siano espletati entro l’anno con una previsione di completamento delle opere entro il 2022. Tra le opere maggiormente significative si sottolinea l’efficientamento energetico della rete di illuminazione dell’intera città di Rende e del centro storico di Cosenza, l’efficientamento energetico di alcuni edifici di edilizia popolare della città di Cosenza, con carattere sperimentale e innovativo per l’intera area urbana. Si evidenzia inoltre l’integrazione dei due parchi urbani confinanti (Parco Robinson e Parco Nicholas Green) al fine di renderli maggiormente inclusivi, oltre che elemento fortemente simbolico della futura città unica». Il Comitato di coordinamento sottolinea, inoltre, «l’importanza strategica del recupero e della rivitalizzazione di spazi ed edifici dei centri storici di Cosenza e di Rende per la creazione dell’Hub Culturale dell’area urbana».
Per quanto riguarda i progetti immateriali, il Comitato «si è impegnato a trasferire alla Regione Calabria tutte le informazioni necessarie alla redazione e pubblicazione dei bandi di gara per la selezione dei soggetti beneficiari entro ottobre 2019». Di particolare importanza l’istituzione dell’Agenzia sociale per la Casa dell’area urbana, i laboratori di progettazione partecipata delle politiche sociali e i progetti pilota di inclusione sociale. Infine l’Agenda urbana ha previsto «il sostegno alla creazione di nuove imprese in ambito culturale di carattere innovativo all’interno del territorio storico delle città, in collaborazione con l’Università della Calabria».
«Il Comitato, condividendo l’approccio partenariale fin qui adottato in fase di programmazione, intende rafforzare questa modalità operativa – concluda la nota – anche nella fase di attuazione mediante diversi incontri già programmati per i prossimi mesi. In conclusione, il Comitato ha approvato il piano di assistenza tecnica per l’attuazione dell’Agenda urbana da sottoporre alla Regione Calabria per la definitiva approvazione».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto