«L’Hospice di Reggio continuerà a operare»

La deputata del M5S: «Impegno di Cotticelli e commissari scongiurerà la chiusura». Il forzista Cannizzaro: «Governo ha indicato via d’uscita»

REGGIO CALABRIA «L’impegno del generale Cotticelli e dei commissari dell’Asp scongiurerà la chiusura dell’Hospice di Reggio Calabria». Così la deputata del Movimento 5 Stelle Federica Dieni.
«Dal commissario della Sanità e dai vertici dell’azienda – prosegue la portavoce del M5S in Parlamento – arrivano notizie positive in merito all’emergenza della struttura che si occupa dell’assistenza dei malati terminali. Il regolare pagamento dei corrispettivi a favore del centro e la convocazione del tavolo tecnico per il prossimo 23 luglio – al quale parteciperanno tutte le parti interessate – dimostrano la ferma e chiara volontà di mantenere in vita l’Hospice e di garantire l’operatività di una struttura di fondamentale importanza per tutto il territorio».
«È altresì ottimale – continua Dieni – la soluzione che commissario e Asp si apprestano a elaborare, ovvero la gestione pubblica dell’Hospice, così come avevo già avuto modo di anticipare nei giorni scorsi. Grazie al commissario Cotticelli, con il quale ho avuto modo di interloquire in queste ultime settimane, è stata dunque trovata la soluzione migliore per assicurare la continuità assistenziale della struttura e per scongiurare lo stop dell’attività, che avrebbe creato un danno incalcolabile a tutto il territorio reggino».

CANNIZZARO: «NON CHIUDERÀ» «L’Hospice “Via delle Stelle” non chiuderà e, come auspicato dall’intera comunità reggina e non, continuerà la propria encomiabile attività sotto la gestione della Fondazione». Lo afferma in una nota il deputato Francesco Cannizzaro. «Alle mie ferme richieste – prosegue – il governo è stato costretto ad intervenire in aula alla Camera. Infatti, questa mattina, nel corso della discussione dell’interpellanza presentata al ministero competente sulla nota questione, ha risposto esaustivamente ai quesiti il sottosegretario alla Salute Armando Bartolazzi, al quale sono grato per l’attenzione e l’intesa che in questi ultimi giorni ha voluto riservarmi sulla vicenda. In Aula, dinanzi ad una esposizione dei fatti accaduti ed alla palese necessità di un intervento risolutore da parte del competente organo di governo, il sottosegretario ha indicato le fasi di uscita da una crisi che aveva gettato nello sconforto l’intera comunità reggina, e non solo. Con il tempestivo atto parlamentare posto all’attenzione del ministero della Salute, Bartolazzi è entrato nel dettaglio degli interventi documentali e finanziari dopo aver collocato cronologicamente alcuni episodi significativi della vita amministrativa della stessa struttura sanitaria e della Fondazione che la gestisce. Nel corso del suo intervento ha confermato l’avvenuto pagamento dell’intero corrispettivo relativo al 2018 a favore della fondazione. Pagamenti resi possibili a fronte della proroga garantita dei contratti stipulati per il 2018 con gli erogatori privati accreditati da specifico atto del Commissario ad acta della regione. Ma l’esponente di Governo è andato oltre comunicando che sempre attraverso il Commissario ad acta per l’attuazione del piano di rientro della regione Calabria, è stato chiesto all’ Asp di Reggio Calabria di procedere al pagamento delle spettanze fino al 28 febbraio 2019, e di convocare uno specifico tavolo tecnico per il prossimo 23 luglio, finalizzato proprio ad assicurare la continuità del servizio erogato dall’Hospice di Reggio Calabria, a beneficio dei cittadini reggini e dei tanti lavoratori della struttura. Misure che sicuramente vanno nella direzione di un ridimensionamento dello stato di crisi maturato ma che non rimarranno prive da parte nostra di un costante ed attento monitoraggi».
«Non abbasseremo la guardia su questa vicenda – conclude Cannizzaro – e tanto meno allenteremo la ‘presa sul governo e sugli organi responsabili del buon funzionamento della struttura. Intervenire con concretezza: questa è la politica che occorre al territorio, lontana da logiche partitiche e determinante per la vita dei cittadini, tutti».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto