«Pronto a occupare la sede dell’Asp se non arriva primario al Punto nascita di Cetraro »

Il consigliere regionale Giuseppe Aieta annuncia un’azione eclatante. «Non mi piacciono i capipopolo ma sono pronto a intervenire a cavallo di Ferragosto»

COSENZA «Ho deciso di occupare la sede dell’Asp se non arrivano risposte in queste ore sulla nomina di un primario per il Punto nascita di Cetraro». Sono definitivi i toni del consigliere regionale del Pd Giuseppe Aieta. «Esperiti gli adeguamenti strutturali rimangono quelli più squisitamente organizzativi. A cominciare dalla nomina del Primario che – come si ricorderà – chiesi qualche mese fa e che mi costò, in totale solitudine, una violenta polemica col direttore generale dell’Asp. Ho chiesto al dg del Dipartimento Salute della Regione Calabria e al Commissario Cotticelli di procedere immediatamente per consentire – una volta nominato il Primario – di riaprire il punto nascita».
«Non amo i gesti eclatanti – continua la nota del consigliere regionale – e non mi piacciono i capipopolo perché penso che solo con il dialogo e la responsabilità si risolvono i problemi. Ma se la nomina del primario dovesse tardare ad arrivare, a cavallo di Ferragosto, sarò costretto ad occupare la sede dell’Asp di Cosenza fino a quando non si darà alle mamme del Tirreno cosentino la certezza che i loro figli potranno nascere in sicurezza nel loro territorio di appartenenza. Lo dico ai cittadini e non ai politicanti che stanno dietro una tastiera pensando che con quattro righe si risolvono i problemi. I precedenti ci sono: occupai i Licei e oggi sarò costretto a fare la stessa cosa con l’Asp. Com’è andata con i Licei lo sanno tutti. Spero nello stesso esito con il Punto Nascita».
«Non amo essere tenuto nell’olio come la soppressata – Aieta usa questa metafora per dire che la misura è colma –. Né voglio interferire in questioni che non mi competono. Ma il primario per un reparto come l’ostetricia è necessario come il preside in una scuola. Chiedo solo che si ottemperi alle prescrizioni dettate dal Ministero e che lo si faccia subito».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto