Morra a Zingaretti: «Nessun dialogo con chi apre le discariche». Guglielmelli: «Non sai di che parli»

Il presidente dell’Antimafia allontana l’ipotesi di alleanza con il Pd per le prossime Regionali: «Non possiamo convivere con chi minaccia l’ambiente»

CATANZARO «Come è possibile rapportarsi positivamente con il Pd regionale e locale visto che, ad esempio, nei prossimi giorni la Regione Calabria, a guida Pd, si prepara a riaprire ben cinque discariche dismesse?». Lo afferma il presidente Antimafia Nicola Morra che così evidenzia le distanze tra il Movimento 5 Stelle ed il Partito democratico calabrese. «L’Arpacal stessa – aggiunge – ha riscontrato e ribadito negli ultimi anni che, a causa della discarica di Castrolibero, l’acqua di falda sarebbe inquinata visti i superamenti dei valori di Legge, come riportato nella documentazione dell’Ente. Per questo motivo ho già chiesto al ministro dell’Ambiente Sergio Costa di bonificare il sito e chiudere definitivamente la discarica». Rivolgendosi al segretario dem, Morra afferma: «Zingaretti ammetta che l’ambiente non è la priorità del suo partito, almeno di quello calabrese, perché mentre a Roma si parla di green new deal, in Calabria, dopo quattro anni e mezzo di loro governo, si riaprono discariche dismesse e potenzialmente pericolose». «Il Movimento 5 Stelle – puntualizza il senatore pentastellato – ha nel suo Dna la tutela dell’ambiente ed è per questo che non potremo allearci con chi minaccia la salute dei cittadini». «Nei prossimi giorni sarò in Procura – conclude Morra – per depositare un esposto a tutela dell’ambiente e quindi della salute pubblica a meno che la Regione intenda trovare soluzioni sostenibili e rispettose dei diritti dei cittadini».
LA REPLICA DEL DEM GUGLIELMELLI A Morra replica il segretario provinciale del Pd di Cosenza, Luigi Guglielmelli: «Ancora una volta il senatore Morra non conosce la materia su cui giornalmente discetta e ancora una volta attacca il Pd calabrese partendo da valutazioni del tutto errate. Nessuno vuole aprire o attivare nuove discariche tant’è vero che grazie anche al lavoro della Commissione Ambiente presieduta da Bevacqua la Calabria si è dotata di una legge all’avanguardia sui rifiuti che prevede il progressivo abbandono delle discariche. Quello che sfugge agli amici 5 Stelle, così come comprovato dalla totalità degli studi in materia, è che – sostiene il segretario dei dem cosentini – il ciclo dei rifiuti non può chiudersi senza programmare infrastrutture capaci di smaltire ciò che non può essere riciclato. Non sarà sfuggito a nessuno che l’Italia è il primo paese per raccolta differenziata e tra gli ultimi per smaltimento dei rifiuti che non possono essere rigenerati. Il tema è che in Italia una parte dei cosiddetti ambientalisti inquinati, per usare le parole di Jovanotti, ha sempre ostacolato la nascita di impianti moderni e a bassissimo impatto ambientale che potessero sostituire le discariche nello smaltimento dei rifiuti residui e che ripeto non riciclabili. Chi ha concordato con questa impostazione è stato allontanato dal Movimento, vedi Pizzarotti sindaco di Parma, mentre chi come il senatore Morra agita strumentalmente il tema dell’ambiente bloccando le infrastrutture in materia non fa altro che aggravare il problema». Guglielmelli aggiunge: «Vorrei chiedere al senatore Morra se a Roma i rifiuti si stanno raccogliendo e se si stanno conferendo nelle discariche del Lazio, giustamente autorizzate in emergenza dal governatore Zingaretti, o se si stanno esportando ancora in Germania con conseguente aumento delle tariffe che a Roma in soli 2 anni sono aumentate del 7%. Forse Morra ha parlato del Pd Calabria in tema di discariche rivolgendosi al Segretario Zingaretti proprio per stuzzicarlo sul tema dei rifiuti di Roma Capitale. Se è così sbaglia di grosso perché è stato giusto aiutare il Sindaco di Roma e i romani senza guardare alcun colore politico e bene ha fatto il presidente Zingaretti a favorire la risoluzione dell’emergenza rifiuti a Roma».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto