Nuovo ospedale della Piana di Gioia Tauro. «Sbloccata la procedura»

Il consigliere regionale Francesco D’Agostino annuncia l’uscita dall’impasse: «Firmato il rogito tra i commissari della Tecnis e il nuovo concessionario»

REGGIO CALABRIA Svolta nella vicenda inerente la realizzazione dei nuovi nosocomi calabresi e, in particolare, nell’iter della futura struttura di Palmi: «È stato firmato il rogito tra i commissari straordinari della Tecnis e l’impresa D’Agostino. Un atto che completa il passaggio della concessione per la costruzione e gestione dei nuovi ospedali di Sibari e della Piana di Gioia Tauro». Lo comunica consigliere regionale Francesco D’Agostino, che in questi anni si è interessato alla questione.
«Finalmente – sottolinea D’Agostino – si conclude una vicenda molto travagliata che la Presidenza della Regione ha seguito e sollecitato costantemente, a partire dal Presidente Mario Oliverio e dal delegato alla Sanità Franco Pacenza. Nei prossimi giorni il responsabile del procedimento dovrà esprimere il proprio parere nelle funzioni di stazione appaltante. Già lo scorso primo agosto, appena avvenuta l’aggiudicazione della cessione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, il presidente Oliverio ha presieduto un apposito incontro con i commissari Tecnis e il nuovo concessionario D’Agostino. Con la firma del contratto, nei prossimi giorni, il presidente Oliverio convocherà il nuovo concessionario per condividere un cronoprogramma assai stringente corredato dalle dovute verifiche». D’Agostino conclude facendo riferimento agli «intoppi» che in questi anni «hanno prodotto notevoli ritardi, derivanti tutti da fattori terzi e mai ascrivibili alla Regione. Ora, finalmente, ci sono tutte le condizioni per ripartire in modo spedito e dare seguito ad un impegno importante al servizio dei cittadini calabresi».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto