Acri, il Comune stabilizza 68 lavoratori precari

Soddisfazione del sindaco Capalbo: «Siamo riusciti a dare risposte a molte famiglie»

ACRI «Dopo vent’anni di precariato siamo riusciti a dare una risposta a molte famiglie». Così il sindaco di Acri, Pino Capalbo ha commentato la decisione dell’amministrazione di stabilizzare 68 lavoratori provenienti dal bacino ex Lsu ed Lpu. «E dobbiamo essere – ha aggiunto Capalbo – tutti quanti orgogliosi di questo grandissimo risultato». Le risorse utilizzate, fa sapere il primo cittadino, «sono le somme derivanti dai pensionamenti di “Quota 100”». «Nei prossimi giorni – ha concluso il sindaco -vi sarà una conferenza stampa che spiegherà meglio nei dettagli l’obiettivo raggiunto dall’Amministrazione».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto