Cavallaro attacca la Regione: «C’è una discarica abusiva alla Cittadella»

L’assessore comunale all’Ambiente denuncia la gestione dei rifiuti degli uffici regionali: «Dovrebbero dare l’esempio»

CATANZARO «“I rifiuti “esposti” alla Cittadella sono una bruttissima cartolina che la Regione invia ai calabresi: sembra quasi un invito ad ammassare spazzatura infischiandosene della differenziata». Con queste parole l’assessore all’Ambiente del Comune di Catanzaro, Domenico Cavallaro, denuncia quella che definisce una «vera e propria discarica abusiva». Una denuncia che l’esponente della giunta Abramo presenta allegando alcune foto del sito davanti la Cittadella regionale. «E se non bastassero le foto – specifica Cavallaro – parlano in modo ancora più chiaro le segnalazioni che gli operatori della Sieco, la società che gestisce la raccolta differenziata per conto del Comune, hanno sottoposto all’attenzione del settore Igiene ambientale di Palazzo De Nobili: materiali di ogni genere, ingombranti, addirittura due toner che andrebbero smaltiti in modo specifico e completamente separati dal resto, e che invece qualcuno ha pensato bene di buttare alla rinfusa come se fossero materiali semplici da eliminare».
«È evidente come questo comportamento – tuona l’assessore comunale catanzarese – non vada per niente bene e sia esattamente il contrario delle buone pratiche che vengono promosse in ogni dove e che sono realizzate in più parti del territorio, fra cui proprio a Catanzaro, dove hanno consentito di ottenere ottimi risultati in materia di raccolta differenziata».
«Se alle parole non seguono i fatti – aggiunge Cavallaro – e le istituzioni devono essere in prima fila anche da questo punto di vista, come si fa a spiegare ai cittadini che la differenziata è importante. E poi, come si fa a presentare alla gente che ogni giorno frequenta la Cittadella, un biglietto da visita così deludente?».
«Per il momento, i dipendenti della Sieco hanno preso atto della situazione – spiega l’assessore comunale – verificando, e certificando, la presenza di un ingente cumulo di rifiuti conferiti in modo non conforme. Facile ora chiedere al Comune e alla ditta di ripulire, ma sarebbe molto più semplice se alla Cittadella venisse data un’indicazione precisa a chi non rispetta le regole: i rifiuti vanno conferiti in maniera corretta secondo ciò che stabilisce l’ordinanza comunale».
«Perché deve essere chiaro a tutti – conclude Cavallaro – che la Cittadella sia nel territorio di Catanzaro e, in quale tale, è sottoposta alle stesse misure valide per tutti gli altri. Non possono esistere isole separate dal contesto nelle quali qualcuno ritiene di poter fare come meglio crede».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto