La Regione stanzia un milione e mezzo per il settore vitivinicolo

D’Acri: «Si tratta di un bando perché incentrato su un’adeguata promozione delle produzioni certificate del nostro territorio»

CATANZARO «Il Dipartimento Agricoltura e Risorse agroalimentari comunica che sul portale istituzionale www.calabriapsr.it è disponibile l’avviso pubblico per la presentazione delle domande di sostegno relative alla Misura 3, Intervento 3.2.1, Sotto – intervento B – Azioni di informazione e promozione relative al comparto vitivinicolo, annualità 2019/2020».
Lo riferisce un comunicato dell’ufficio stampa della Giunta regionale. «Attraverso questo bando, il Programma di Sviluppo Rurale della Calabria – è scritto nel comunicato – sosterrà il miglioramento della conoscenza ed il posizionamento sui mercati delle produzioni vitivinicole regionali certificate. La dotazione finanziaria assegnata al bando, che tutela dunque i prodotti vitivinicoli di qualità calabresi e sostiene azioni di informazione e promozione degli stessi sui mercati interni (territorio dell’UE), è pari a un milione e mezzo di euro. I destinatari del bando sono Consorzi di tutela e associazioni di produttori».
«Si tratta di un bando della massima importanza – ha affermato il consigliere regionale delegato all’Agricoltura Mauro D’Acri – perché incentrato su un’adeguata promozione delle produzioni certificate del territorio regionale, con azioni dirette verso i consumatori ed i mercati, che devono essere ben consapevoli degli elementi qualitativi e di sostenibilità che caratterizzano le stesse. Le produzioni vitivinicole calabresi, che rappresentano perfettamente il vero Made in Italy sono già molto apprezzate fuori regione, ma necessitano di essere conosciute maggiormente per meglio posizionarsi sui mercati. Il Programma di Sviluppo Rurale gioca un ruolo fondamentale in questo e, non a caso, rispetto alle passate programmazioni, le risorse destinate a questa Misura sono state aumentate notevolmente».
«L’intervento – ha sostenuto ancora il consigliere delegato D’Acri – promuove le forme di aggregazione e consente di rafforzare sui mercati la conoscenza delle caratteristiche peculiari dei prodotti certificati regionali, contribuendo indirettamente sul rafforzamento della competitività delle singole aziende vitivinicole».
«Questo bando – ha dichiarato il dirigente fenerale del Dipartimento e Autorità di gestione del Psr Giacomo Giovinazzo – è uno degli ultimi della programmazione 2014/2020 dei fondi comunitari in agricoltura e va ad aggiungersi a quello relativo alla promozione dei prodotti calabresi a marchio Igp, Dop e Bio, pubblicato lo scorso anno grazie al quale il Psr ha già finanziato sedici associazioni di produttori con un contributo pubblico di oltre dieci milioni e mezzo di Euro. Il tutto rientra nella strategia della Regione di valorizzazione dei nostri prodotti a marchio certificato. Ed il comparto vitivinicolo calabrese, con la sua lunga tradizione e l’apertura verso l’innovazione, è senza dubbio uno dei nostri settori strategici».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto