Candidatura Aiello, entro venerdì il voto su Rousseau

Il popolo pentastellato sceglierà il suo candidato governatore prima dell’arrivo a Catanzaro del leader Di Maio. Non si escludono però colpi di scena

CATANZARO Prima di venerdì la piattaforma Rousseau deciderà il futuro del professor Piero Aiello. Secondo quanto riportato da Huffpost , infatti, sarà quella la data limite entro la quale il popolo pentastellato sceglierà ufficialmente il suo candidato alla carica di governatore della Calabria. A dettare quel termine la presenza proprio a Catanzaro del leader del Movimento , Luigi Di Maio, che nel capoluogo annuncerà ufficialmente i correrà in quota cinquestelle alla Regionali di gennaio. Una votazione che, sempre stando alle anticipazioni della Huffpost, dovrebbero arrivare a sorpresa. Anche se non si esclude qualche colpo di scena. La discesa in campo di Pippo Callipo avrebbe creato non pochi mal di pancia tra i supporter M5s e così qualsiasi ipotesi sul futuro di quella candidatura resta ancora aperta. Sullo sfondo, come segnala il sito quotidiano di informazione, il timore che il Movimento non possa superare la soglia di sbarramento dell’8% che porrebbe fuori da Palazzo Campanella i rappresentati 5Stelle. I sondaggi, in questo senso, non fanno dormire sogni tranquilli ai pentastellati. Da qui le fibrillazioni che si registrano tra i grillini calabresi e non solo. Eppure il prof è in corsa e il suo tour elettorale è già partito visto l’appoggio incondizionato di gran parte del vertice 5Stelle che, anche in occasione del vertice lametino alla prima di Aiello, ha ostentato sicurezza sull’esito finale della competizione.
Ma è chiaro che qualcosa è mutato dopo la discesa in campo di Callipo. C’è chi, secondo indiscrezioni rilanciate dallo stesso Huffpost, non vedrebbe male un appoggio all’imprenditore – già in passato indicato tra i papabili dei 5Stelle – a condizione però che «il Pd dovrebbe togliere il simbolo dalla lista e candidarsi come lista civica». Una proposta indecente vista l’esposizione mediatica che lo stesso segretario dem, Nicola Zingaretti ha ostentato. Così il pallino resta sempre in mano ai 5Stelle: se la piattaforma Rousseau dovesse bocciare Aiello, qualsiasi ipotesi si riaprirebbe. Compresa, forse, l’apertura a Callipo. Oppure potrebbe riaprirsi la pista di un nuovo nome. Ma qui come non mai il condizionale è d’obbligo.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto