San Calogero, sindaco incandidabile secondo la Cassazione

La decisione arriva a seguito dello scioglimento del comune per infiltrazioni mafiose e riguarda l’attuale primo cittadino Nicola Brosio, oltre agli ex assessori Staropoli e Stagno

VIBO VALENTIA La Corte di Cassazione ha dichiarato incandidabile per un turno elettorale (da scontare alle elezioni comunali, provinciali e regionali) l’attuale sindaco di San Calogero, Nicola Brosio, e gli ex assessori Domenico Staropoli e Antonino Stagno a seguito dello scioglimento per infiltrazioni mafiose degli organi elettivi dell’ente nel 2013. Nel 2015 il sindaco Brosio è stato rieletto ed è attualmente in carica. Lo scorso anno ha aderito a Forza Italia, Ai tre amministratori (sindaco e due ex assessori) veniva contestato di non aver impedito l’infiltrazione mafiosa nel Comune di San Calogero, il cui scioglimento risale al 2013 ed è stato confermato dal Tar e poi dal Consiglio di Stato in accoglimento di una proposta del Ministero dell’Interno e della Prefettura di Vibo Valentia.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto