Ok all’appello di Zingaretti all’unità, gli “oliveriani” riabbracciano il Pd

Dopo due ore di incontro a Lamezia, il passo indietro con l’apertura al segretario del Pd Zingaretti da parte della coalizione al governatore. «Ora ampio fronte comune contro il centrodestra a trazione leghista». Oddati e Graziano: «Bene così». Domani incontro con il Pd “ufficiale” per chiudere l’accordo a sostegno di Callipo

LAMEZIA TERME Un paio d’ore di confronto nella sede del comitato “Oliverio presidente”, a Lamezia Terme. Al termine del confronto, «la coalizione di centrosinistra ha condiviso e accolto l’appello del segretario nazionale del Pd Nicola Zingaretti» all’unità nel segno del cambiamento impersonato dalla candidatura dell’imprenditore Pippo Callipo. La nota che apre definitivamente al ricompattamento del centrosinistra e sottintende il passo indietro del governatore Mario Oliverio arriva nel tardo pomeriggio di lunedì e promette un incontro tra gli ex “ribelli” del Pd e i dem ufficiali «nelle prossime ore», probabilmente nella mattina di una vigilia di Natale che promette una rappacificazione apparsa quasi impossibile fino a qualche giorno fa.
«Questo pomeriggio – si legge in una nota – il presidente Oliverio ha convocato la coalizione del centrosinistra per una valutazione partecipata sulla situazione politica alla luce dell’appello del segretario nazionale del Pd in merito alla necessità di costruire un ampio schieramento unitario delle forze democratiche e progressiste con l’obiettivo di contrastare e sconfiggere il centrodestra a trazione leghista. La coalizione ha apprezzato lo sforzo unitario espresso da Zingaretti e ha condiviso la successiva disponibilità ed apertura espressa dal presidente Oliverio nella dichiarazione di ieri».
La coalizione radunata attorno al governatore uscente fa propria «la preoccupazione del segretario nazionale del Pd in relazione alla necessità di non disperdere il lavoro positivo svolto dal governo regionale in questi anni e la necessità di proiettarlo nel futuro attraverso un progetto innovativo sostenuto da un ampio schieramento del centrosinistra e del civismo democratico. Inoltre, la coalizione ha apprezzato le considerazioni di stima politica, istituzionale e personale manifestati da Zingaretti nei confronti dal Presidente Mario Oliverio». Confermate, dunque, le sensazioni già emerse nella serata di domenica. Oliverio ha ottenuto un riconoscimento per la propria storia e per il lavoro svolto, e ora, sulla scorta di un rinnovato protagonismo dell’area oliveriana, si può trattare per andare uniti alle Regionali contro le destre sovraniste.
«La coalizione – chiosa la nota –, infine, ha condiviso la proposta del Presidente Oliverio di dare vita nelle prossime ore al confronto necessario per valutare e costruire tutte le condizioni per rendere possibile la realizzazione di una coalizione ampia, forte e autorevole nell’interesse della Calabria e dei calabresi». A quanto si apprende da fonti accreditate, già nella giornata di domani dovrebbe esserci un primo punto operativo tra una delegazione del Pd guidata da Nicola Oddati, responsabile nazionale democrat del Mezzogiorno, e una delegazione dell’area oliveriana.
LA SODDISFAZIONE DI ODDATI E GRAZIANO «È un fatto molto positivo che Oliverio e le forze raccolte intorno a lui abbiano accolto l’invito all’unità di Zingaretti»: è questo il commento di Nicola Oddati, della segreteria nazionale Pd, e Stefano Graziano, commissario del Pd della Calabria. «Tutte le forze politiche e civiche che si riconoscono nei valori democratici e progressisti – aggiungono Oddati e Graziano – devono sentire la tensione al cambiamento e all’apertura di una fase nuova rappresentata dalla candidatura di Pippo Callipo. Il comune avversario è la destra sovranista e antimeridionale dominata dalla Lega».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto