D’Acri querela utente Facebook: «Vado fino in fondo contro i seminatori di odio»


Il candidato consigliere regionale annuncia di aver sporto denuncia per un intervento violento pubblicato sui social

COSENZA «È una campagna elettorale iniziata con troppi veleni e con azioni che appaiono organizzate e sistematicamente destinate alla denigrazione. Se pensano di intimidirmi sbagliano di grosso, io vado fino in fondo contro chi esce dai binari dell’etica pubblica; è una questione di principio perché in gioco ci sono il rispetto delle persone, delle scelte compiute con libertà e consapevolezza, la tenuta democratica». È quanto sostiene Mauro D’Acri, candidato al Consiglio regionale nella lista “Jole Santelli Presidente”, che stamane – riporta una nota «ha presentato formale querela nei confronti di un utente di facebook intervenuto in maniera violenta e oltraggiosa nei suoi confronti».
«Non farò un solo passo indietro – afferma D’Acri – contro chi pensa di poter denigrare e alterare la formazione del consenso in maniera fraudolenta. Ho dato mandato ai miei avvocati di monitorare con estrema attenzione ogni comunicazione sul mio conto. Da sempre apprezzo gli avversari politici in grado di confrontarsi con chiarezza ed energia sul terreno della politica, dei programmi, delle idee».
«La sana polemica – continua l’esponente politico – è il sale del dibattito ma ciò che trovo invece inaccettabile è l’atteggiamento dei cosiddetti “leoni da tastiera”, soprattutto di quelli che appaiono con tutta evidenza coordinati per non dire eterodiretti. Risponderò con energia a chi violerà le fondamentali regole della convivenza civile, siano essi sui social network oppure altrove». «La battaglia contro chi veicola fake news – termina D’Acri – e vuole ledere l’immagine di cittadini onesti e perbene deve essere condivisa da tutti gli schieramenti politici».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto