Per Santelli il giorno della proclamazione. «Emozionata, stanotte non ho dormito» – VIDEO

Il nuovo governatore in Corte d’Appello per la cerimonia ufficiale. «Anticipazioni sulla giunta? Assolutamente no, penseremo solo all’interesse della Calabria, ma chiedo nomi di alta qualità. Prima criticità da affrontare è il bilancio». Sul Piano per il Sud: «Ne parlerò presto con il ministro Provenzano, a noi interessano i risultati». Lunedì possibile insediamento in Cittadella. Proclamato anche Callipo

CATANZARO La Corte d’appello di Catanzaro ha proclamato, questa mattina, ufficialmente eletto il presidente della Regione, Jole Santelli. Santelli, candidata alla presidenza della Regione con il centrodestra, ha vinto le elezioni regionali dello scorso 26 gennaio con il 55,29% (449.705 voti), sconfiggendo Pippo Callipo (centrosinistra, con il 30,14%), Francesco Aiello (M5S, con il 7,35%) e Carlo Tansi (Tesoro Calabria, con il 7,2%). La proclamazione della Santelli è stata effettuata alle 10,50.

«NON HO DORMITO» «Sono molto emozionata, stanotte non ho dormito». Le prime parole di Jole Santelli non sono “politiche”, ma richiamano il peso di un ruolo che, da questa mattina, ricoprirà ufficialmente. Manca una manciata di minuti alla proclamazione del nuovo governatore della Calabria, al termine delle operazioni di voto e dei (lunghi) riconteggi iniziati a valle dello spoglio. Più politica, invece, la seconda dichiarazione di Santelli davanti alla Corte d’Appello, dove avverrà la proclamazione. «Anticipazioni sulla giunta? Assolutamente no», ha detto la parlamentare di Forza Italia, lasciando intendere (confermando, per la verità) che la strada per l’individuazione della squadra che l’affiancherà alla guida della Regione appare ancora piuttosto lunga e ci sono ostacoli da superare e spigoli da limare tra gli alleati. «Abbiamo avuto questa prima fase di stasi per recuperare le idee e soprattutto per recuperare notizie – ha detto Santelli –, però adesso aspettiamo la proclamazione perché dobbiamo cominciare. Ripeto quello che ho sempre detto: io chiedo solo nomi di alta qualità nell’interesse della Calabria e di quello che i calabresi si aspettano». Assieme al neo governatore la parlamentare Wanda Ferro, i consiglieri Domenico Tallini e Baldo Esposito e il coordinatore della lista della Casa delle Libertà, Claudio Parente, mentre non si sono visti esponenti della Lega. Sono stati la Ferro, Tallini, Parente ed Esposito i primi ad abbracciare il neo governatrice e congratularsi per la proclamazione. A margine della liturgia, la Santelli si è di nuovo soffermata con i giornalisti, spiegando che «è ora di mettersi al lavoro e i tempi cominciano ad essere lunghi, anche se siamo nella norma. Vorrei avere un attimo per capire cercando di lavorare in questi giorni sulle urgenze da affrontare e per conoscere ancora di più della macchina regionale. La prima criticità da affrontare – ha osservato poi la neo presidente della Regione – sarà il bilancio, un problema serissimo». A questo punto la Santelli si appresta ad avviare ufficialemnte le trattative per la composizione della nuova Giunta, che potrebbe vedere la luce entro la fine della prossima settimana: possibile, infine, il suo insediamento alla Cittadella nella giornata di lunedì.

IL COMMENTO SUL PIANO PER IL SUD Inoltre, la neo governatrice ha anche commentato il Piano per il Sud presentato ieri a Gioia Tauro dal premier Conte: «Per la Calabria c’è una dotazione di oltre 3 miliardi, ma sono stati spesi neanche 300 milioni, quindi vorrei capire, in tanti anni di questo piano per il Sud, cos’hanno fatto. Dobbiamo capire – ha proseguito la Santelli – quali sono le risorse dello Stato, e le risorse dello Stato sono già nostre, delle Regioni, non c’è nessun regalo. Ne parlerò al più presto con il ministro Provenzano, con cui ho già parlato: è una persona seria. Se è una centralizzazione di potere, a noi interessa poco. A noi interessano i risultati, chi vuole l’immagine se la prenda, noi guardiamo ai risultati. Mi auguro che la centralizzazione porti snellimento e non appesantisca i soldi che ci sono, come sempre purtroppo è accaduto, soldi che, ripeto, nella maggior parte sono soldi della Calabria e delle Regioni e devono essere spesi – ha concluso la neo presidente della Regione – in modo che i cittadini lo possano comprendere».
PROCLAMATO ANCHE CALLIPO Dopo la Santelli, la Corte d’appello di Catanzaro ha proclamato ufficialmente eletto in Consiglio regionale Pippo Callipo, candidato alla presidenza della Regione per il centrosinistra alle Regionali del 26 gennaio. Callipo, che non era presente alla proclamazione, guiderà l’opposizione di centrosinistra in Consiglio regionale. (a.cant.)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto