Covid-19, Invernizzi: «Si sta perdendo un’intera generazione di nonni, padri e madri»

Il segretario regionale della Lega è intervenuto al Question Time alla Camera dei deputati: «Ci sarà modo di chiarire quanto successo. Ora è il tempo di piangere i nostri cari»

ROMA «La provincia di Bergamo sta perdendo un’intera generazione di nonni, di padri e di madri. In alcuni casi molti muoiono a casa senza cure e senza essere stato fatto neppure il tampone». Lo ha detto il segretario della Lega Calabria Cristian Invernizzi intervenendo al Question Time alla Camera dei Deputati sulla situazione dell’epidemia da coronavirus. «Ho incontrato – ha detto ancora con una voce visibilmente commossa – uscendo dalla Lombardia tre carri funebri e quattro ambulanze. Non mi era mai capitato prima d’ora. Mai». «Oggi a Bergamo c’è tanto silenzio – ha poi aggiunto -. Un silenzio plumbeo. Un silenzio carico di dolore e dignità. C’è il silenzio delle famiglie che soffrono perché non possono dare l’estremo saluto ai propri cari». Il deputato leghista ricorda a questo proposito i camion militari carichi di bare portata fuori da Bergamo per essere cremati altrove. «Oggi sono rientrate in provincia – ha detto – le prime spoglie cremati dei nostri cari. I numeri sono importanti, ma dietro i numeri ci sono le storie. Dietro quei numeri c’è una provincia dignitosa. Una provincia che non urla, che non predica. Ma che ha bisogno di risposte». Per questo secondo Invernizzi è stato importante con la ripresa dei lavori parlamentari «ricordare in Aula i sacrifici che la provincia di Bergamo, di Brescia, di Cremona e della Lombardia sta facendo in termini di dolore». Poi ha sciorinato i numeri riferiti ai sanitari colpiti dal Coronavirus nella zona: «Su 600 medici di famiglia in provincia di Bergamo 144 si sono ammalati. Non abbiamo statistiche su quanti anestesisti, infermieri, quanti operatori sanitari sono malati». «Ci sarà modo e tempo per chiarire cosa sia successo – ha poi concluso – ma oggi Bergamo sta piangendo i suoi cari».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto