Riorganizzazione servizio farmacie, Trebisacce protesta contro la chiusura

Il sindaco Franco Mundo scrive una missiva di protesta contro la paventata chiusura del presidio ospedaliero alla responsabile servizio farmaceutico dell’Asp di Cosenza

TREBISACCE Il sindaco di Trebisacce, Avv. Franco Mundo, ha scritto una missiva contenente una vibrata protesta contro la paventata chiusura della farmacia del presidio ospedaliero di Trebisacce. «Facendo seguito ai contatti telefonici intercorsi – scrive il primo cittadino alla Responsabile Servizio Farmaceutico Asp di Cosenza – al fine di fugare dubbi sulla reale interpretazione e applicazione delle delibere del Commissario Asp n. 334 del 18.03.2020 e n. 335 pari data, corre l’obbligo evidenziare che il sig. Commissario ha deliberato che le varie farmacie dei Pp. Ospedalieri, inseriti nella relativa rete, tra cui Trebisacce, faranno riferimento alla dott.ssa Erminia Sansone, alla quale con altro atto successivo è stato affidato l’incarico di riorganizzare il servizio, dando priorità alle aree più critiche e non per sopprimere i presidi farmaceutici.
Orbene, per quanto concerne Trebisacce corre l’obbligo precisare che la sede della farmacia ospedaliera è stata prevista sia dal Dca 64/2016 che dalla successiva delibera attuativa del D.G. Asp n. 1413 del 02.08.2018, con la figura del farmacista addetto. Ciò implica inevitabilmente che in effetti la stessa non può essere in alcun modo soppressa, eventualità possibile solo con altro atto specifico di stesso organo o superiore.
La stessa farmacia farà riferimento al responsabile aziendale, che è lo stesso dello Spoke competente. Peraltro, il commissario Asp ha deliberato di predisporre il modello organizzativo confermando la permanenza nelle aree più critiche. Pertanto, si invita la S.V. a soprassedere su qualsiasi ipotesi di soppressione della farmacia, evidenziando che sarà considerato inaccettabile ogni ulteriore atto di sottrazione dei servizi fondamentali presenti sul territorio. Infine di consentire, ancora, alla farmacia di Trebisacce gli ordini diretti dei farmaci, il cui divieto comporterebbe di fatto la chiusura artificiosa della farmacia ospedaliera»





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto