Fase 2, Papasso: «Istituire laboratorio mobile a Sibari»

Il sindaco di Cassano ha avanzato una formale istanza al presidente della Regione Calabria, al Dipartimento regionale di Protezione Civile, e alle prefetture di Catanzaro e Cosenza: «Il piano di sicurezza non prevede alcun punto di allestimento di laboratorio mobile per la fascia ionica»

CASSANO Il sindaco di Cassano, Gianni Papasso, in una formale istanza indirizzata al presidente della Regione Calabria, al Dipartimento regionale di Protezione Civile, alla Prefettura di Catanzaro e alla Prefettura di Cosenza, ha richiesto, nell’ambito del Piano di Sicurezza contro il Covid-19, l’allestimento di un laboratorio mobile a Sibari per effettuare i tamponi rino-faringei. «L’iniziativa – ha spiegato il sindaco Papasso – è stata messa in campo in relazione agli arrivi previsti a seguito del DPCM del 26 aprile scorso e dell’ordinanza regionale n.38/2020
sui rientri, poiché la Regione Calabria, di concerto con le Prefetture e il coordinamento della Prefettura di Catanzaro, ha predisposto un Piano di Sicurezza relativo ai tamponi rino-faringei. Detto Piano – ha sottolineato il sindaco di Cassano – però, non prevede alcun punto di allestimento di laboratorio mobile per la fascia ionica». Tenuto conto del fatto
che molti autobus che servono questa zona e numerosi mezzi privati utilizzano la strada adriatica per arrivare in Calabria, il sindaco Papasso ha suggerito ai destinatari della richiesta,
“di disporre l’allestimento di un Laboratorio Mobile presso l’Autostazione di Sibari, che risulterebbe di grande utilità per l’effettuazione dei necessari controlli lungo la fascia ionica».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto