Sanità, Bevacqua: «Riqualificare i servizi territoriali»

Il capogruppo del Pd in Consiglio rilancia la petizione avviata dalle associazioni per migliorare l’offerta sanitaria nella regione: «Prioritaria la fine del commissariamento della Calabria»

REGGIO CALABRIA «Bisogna prestare particolare attenzione alla petizione sulla Salute lanciata da associazioni e persone della società civile: è un segnale importante della presa di coscienza di un diritto irrinunciabile e della impossibilità di proseguire nella spoliazione sistematica di ciò che ai calabresi spetta senza se e senza ma. Il fatto che la lettera aperta sarà consegnata e illustrata al ministro Speranza anche da don Giacomo Panizza non fa che avvalorare la bontà dell’iniziativa, che mi trova pienamente favorevole». È quanto dichiara il capogruppo del Partito democratico in Consiglio regionale, Domenico Bevacqua. «La fine del commissariamento è una priorità senza la quale non si può pensare di mettere seriamente mano alla sanità calabrese. Ed è il primo di una serie di passi che si impongono come non più rinviabili e rispetto ai quali ho espresso ripetutamente il pensiero mio e del gruppo che rappresento: l’emergenza Covid ha manifestato in maniera evidente la necessità di una sanità maggiormente pubblica e maggiormente uniforme sul territorio nazionale. Allo stesso modo, nella nostra regione, dovremmo essere tutti d’accordo sul potenziamento effettivo dell’assistenza territoriale, con un coinvolgimento reale soggetti, sanitari e pubblici, maggiormente vicini alle realtà delle varie comunità».
«Mi adopererò personalmente anch’io – conclude Bevacqua – per continuare a sensibilizzare il gruppo dirigente nazionale del partito e la delegazione al Governo, affinché l’appello diventi oggetto di una riflessione programmatica da parte del Pd»





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto