Trasporti, Fedele: «Massima disponibilità ma non si faccia terrorismo»

CATANZARO L’assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta regionale – replica al presidente regionale dell’Anav, l’associazione nazionale autotrasporto viaggiatori. «Ho letto con attenzione…

CATANZARO L’assessore regionale ai trasporti Luigi Fedele – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta regionale – replica al presidente regionale dell’Anav, l’associazione nazionale autotrasporto viaggiatori. «Ho letto con attenzione – afferma – la lettera del presidente Emilio Romano. La grave carenza finanziaria che attanaglia il settore del tpl regionale ci e’ ben chiara e lo sa molto bene anche l’Anav. La riduzione del 40% dei servizi da settembre sino alla fine del 2014 e’ dovuta al fatto che, malgrado le risorse impegnate dalla Giunta in questo settore sono state notevoli, non bastano per gli ultimi mesi. Proprio per questo, da almeno un anno, stiamo interloquendo con il Governo affinche’ possa approvare la norma che ci consenta di utilizzare 60 milioni di fondi Fas per coprire il disavanzo del 2013, 2014 e 2015». «A oggi – aggiunge Fedele – nonostante la attestazioni di disponibilità del Ministro Lupi e del Ministro calabrese Lanzetta, la norma non è stata approvata. Contiamo che tutto ciò possa avvenire entro la fine del mese all’interno del decreto “Sblocca Italia“. In questo modo si regolarizzerebbero le posizioni pregresse ed affronteremmo gli ultimi mesi dell’anno con maggiore serenità. Lo stesso dicasi per la variazione di bilancio che la Giunta regionale è pronta a fare. Siamo infatti in attesa della nomina, da parte del Governo, del commissario della Sanità. Si attende infatti la sua firma per lo sblocco della premialità, una parte delle nuove risorse dovrebbero andare infatti proprio al trasporto pubblico locale». «Le aziende ed i sindacati – prosegue Fedele – conoscono bene gli sforzi che questa Giunta ha fatto e sta facendo per trovare le soluzioni nell’interesse dei calabresi. Se poi l’Anav vuole fare terrorismo minacciando licenziamenti di circa 1000 unita’ solo per aizzare i lavoratori, pensando di ottenere chissa’ quali risultati, è certamente fuori strada. E’ quanto mai singolare il tono della nota, soprattutto nella parte in cui chiede di “erogare immediatamente” tutti gli arretrati spettanti alle aziende, indicando cifre scaturite non si sa da dove. Abbiamo sempre ribadito lo spirito di collaborazione che esiste tra sindacato, aziende e Regione, spirito che ci ha portato a governare questo comparto con una certa serenità evitando danni alle aziende, ai lavoratori ed agli utenti. Solo la settimana scorsa, pur essendo in pieno patto di stabilità, abbiamo erogato la trimestralità effettuando pagamenti sino al mese di settembre». «Rispediamo pertanto al mittente – conclude l’assessore ai trasporti – i toni perentori che l’Anav usa in questa nota poiché convinti di aver fatto il possibile e fiduciosi che si troveranno le giuste soluzioni per garantire i servizi. Ci sembra anche poco opportuno il momento, alla vigilia di ferragosto, per creare difficoltà a lavoratori, utenti ed ai tanti turisti presenti in Calabria. Voglio rassicurare tutti, aziende, lavoratori, sindacato ed utenti che la Giunta farà di tutto affinché questa problematica possa essere risolta al più presto, ma allo stesso tempo, senza le risposte del Governo, non sarà possibile superare i problemi. L’Anav sposti il tiro e lo rivolga proprio al Governo magari chiedendolo direttamente a Renzi che sarà domani in Calabria».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto