L’emergenza si attenua, Santelli “libera” anche il trasporto pubblico locale

Ordinanza del presidente della Regione garantisce i collegamenti vero ospedali e strutture sanitarie, per i pendolari nelle fasce di punta, verso i capoluoghi di provincia, stazioni e aeroporti. E poi “rassicura”: «Con successivi provvedimenti mitigheranno i danni anche occupazionali»

CATANZARO Con l’attenuarsi dell’emergenza coronavirus cadono limitazioni e prescrizioni al trasporto pubblico locale in Calabria. Lo prevede una nuova ordinanza, la numero 46 dall’inizio della crisi, adottata oggi dal presidente della Regione, Jole Santelli. L’ordinanza dispone che «ferme restando le misure di prevenzione. igiene e comportamentali già fissate dalle vigenti ordinanze regionali e dalla normativa nazionale, nel territorio regionale sono garantiti i trasporti: a) verso strutture o centri sanitari e ospedali; b) per il pendolarismo lavorativo nelle fasce di punta; c) per l’accesso ai capoluoghi di provincia per fruire dei servizi istituzionali essenziali; d) per l’accesso agli insediamenti produttivi per le attività economiche in attività; e) per i servizi necessari a raggiungere gli esercizi autorizzati alla vendita di derrate alimentari e beni di prima necessità». Inoltre, questa nuova ordinanza di Santelli garantisce anche «le interconnessioni per l’accesso alle stazioni ferroviarie ed autostazioni».
Si prevede altresì che «entro e non oltre 2 giorni dalla pubblicazione della presente ordinanza le società consortili di gestione del servizio di trasporto pubblico locale urbano ex extraurbano su gomma devono comunicare al Settore Trasporto pubblico locale del Dipartimento Infrastrutture, Lavori Pubblici, Mobilità, previa consultazione con i relativi Comuni interessati, il mantenimento delle linee strettamente indispensabili per garantire i servizi essenziali, che comunque non dovranno superare il 70% di quelli già autorizzati nel programma di esercizio previsto per ciascuna società consortile», e lo stesso, sempre entro 2 giorni, deve fare la società Ferrovie della Calabria di gestione del servizio di trasporto pubblico locale su ferro dovrà comunicare al Settore Trasporto Pubblico Locale del Dipartimento Infrastrutture, Lavori Pubblici, Mobilità, il mantenimento delle linee strettamente indispensabili per garantire i servizi essenziali».
Tutte le società consortili inoltre – ordina la Santelli – «dovranno garantire interventi straordinari di sanificazione dei mezzi, ripetuti a cadenza ravvicinata». Tutte le aziende esercenti i servizi di trasporto pubblico di linea terrestre, marittimo, ferroviario, aereo, lacuale e nelle acque interne «dovranno garantire l’espletamento delle rispettive».
L’ordinanza infine “rassicura” le ditte di trasporto precisando che «con successivo provvedimento saranno disposte le misure di mitigazione dei danni provocati dalla situazione emergenziale, anche al fine di garantire i livelli occupazionali». (c. ant.)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto