20.20 | Wanda Ferro: «La resa di Callipo non fa bene alla Calabria»

Ultima puntata della stagione per il talk de L’altro Corriere Tv, in onda questa sera alle 21 sul canale 211. Ospiti Wanda Ferro (Fratelli d’Italia) e Antonio Viscomi (Partito Democratico)

Wanda Ferro 20.20

LAMEZIA TERME Le dimissioni del consigliere Pippo Callipo sono state il tema cruciale dell’ultima puntata della stagione di “20.20”, il talk politico de L’altro Corriere Tv condotto da Danilo Monteleone e Ugo Floro e in onda questa sera a partire dalle 21 sul canale 211. Ospiti dell’ultima serata, due onorevoli calabresi ovvero Wanda Ferro di Fratelli d’Italia e Antonio Viscomi, esponente del Partito Democratico.
Ed è stata proprio la deputata meloniana ad esprimere un suo giudizio sul sorprendente passo indietro di Callipo: «E’ ua notizia che mi ha lasciato perplessa. Sapete tutti la stima che ho per Pippo Callipo e ho sempre ricordato quanto una buona opposizione aiuti un governo a fare meglio. Mi dispiace moltissimo». «Ho sentito Callipo qualche tempo fa – dice ancora Ferro – e già mi aveva confessato quanto si sentisse impotente rispetto al mandato assegnato dagli elettori. Mi spiace molto, vorrei che ci ripensasse anche per rispetto nei confronti dell’elettorato. E’ una resa che non fa bene alla Calabria e alla politica».
POLITICA E RESPONSABILITA’ Nel corso del talk, si è discusso inoltre di quanto sia complicato fare politica senza ricoprire ruoli di responsabilità e di comando. Ma è proprio in queste circostanze che è necessario comunque portare avanti proposte e la rappresentanza di una parte dell’elettorato calabrese: «E’ così anche in Parlamento. Rappresentare una parte dei cittadini è comunque un orgoglio – ricorda Wanda Ferro – e la politica non deve mai arrendersi. Secondo me Callipo ha subìto forme di disagio, come l’impotenza rispetto alla concretezza tipica di un imprenditore ma che in politica avviene con dei processi diversi e un disagio all’interno della sua coalizione».  «Già in passato l’ho denunciato: l’opposizione – ha detto ancora Wanda Ferro – non deve essere contraria a prescindere, ma alla protesta deve affiancare la proposta e che soprattutto non deve retrocedere. Mi auguro che l’opposizione in Consiglio regionale sia all’altezza della situazione».
MOVIMENTO CINQUE STELLE E poi un commento sugli altri avversari politici, il Movimento Cinque Stelle: «I pentastellati hanno fallito tutte le aspettative e non lo dico solo a livello nazionale, basti pensare al capitolo giustizia e scarcerazioni, di fatto una pagina buia del nostro Paese, ma anche in Calabria dove i commissari nominati dal governo hanno fallito e non ho visto alcun provvedimento degno di nota». Spazio anche alla compatibilità nella maggioranza tra un assessore indagato, la Catalfamo, e un altro assessore esterno come Capitano Ultimo: «Credo che la nomina di Capitano Ultimo – ha detto Wanda Ferro – sia stata fiduciaria, un segnale di cambiamento e condiviso da tutti i partiti di maggioranza per dare un’immagine migliore della Calabria. Per quanto mi riguarda la vicenda Catalfamo, io sono garantista fermo restando che quando si ama la Calabria ci si deve mettere nei panni di chi non ha letto le carte. Sarebbe comunque brutta la rimozione, è una decisione che spetterebbe alla protagonista anche se lei stessa ha negato l’indagine per concorso esterno».
ELEZIONI A CROTONE E REGGIO L’unità e la credibilità di Fratelli d’Italia è in gioco alle prossime elezioni in Calabria, a cominciare da Crotone e Reggio: «Non amo molto i nuclei allargati – ha detto Wanda Ferro – si deve parlare di esperienze che devono comunque collimare con un programma e che coincidano con un candidato conosciuto per la massima integrità morale. Reggio sarà una rivincita. Noi come partito abbiamo la necessità di crescere lentamente, ma farlo bene».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto