Spot turistico contro il Nord, Zaia lo boccia: «È un autogol» – VIDEO

Il governatore del Veneto polemico contro gli autori dell’iniziativa che reclamizzava i litorali della Locride demonizzando le aree del Nord per i rischi contagi: «Se le spiagge sono vuote in Calabria ci sarà un motivo»

VENEZIA «Mi viene persino da sorridere perché se osservi quello spot con attenzione si scopre che è un vero autogol: prima si screditano ambientalmente e dal punto di vista sanitario interi territori, poi si passa a magnificare – giustamente e correttamente – l’attrattività delle spiagge e delle località marittime della Calabria». Così il presidente del Veneto Luca Zaia ha commentato lo spot organizzato dall’associazione dei Comuni della Locride per reclamizzare i litorali dello jonio reggino. Uno spot che puntava a sottolineare i rischi da contagio che presentano alcune aree del Paese a differenza della Calabria e che per questo ha sollevato un coro di reazioni. Tra cui quella del governatore veneto che ne ha parlato a margine della presentazione a Jesolo della promozione congiunta in Germania del litorale di Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna.
«Realtà che, tuttavia – aggiunge Zaia -, sono desolatamente vuote. Chi ha ordinato o realizzato lo spot, si chieda allora perché le spiagge calabresi sono così oggettivamente belle ma così oggettivamente deserte. Ci sarà pure un motivo… Il turismo è rispetto e libertà».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto