Caso Catalfamo, Invernizzi alla Santelli: «Siamo garantisti, ma chiediamo chiarezza»

Il segretario regionale della Lega lancia un segnale alla governatrice sul caso che vede l’assessore alle Infrastrutture indagata, secondo alcune testate, per diversi reati e condannata per omicidio colposo: «Seguiamo con la massima attenzione la vicenda»

CATANZARO «Siamo garantisti, ma seguiamo con grande attenzione e apprensione gli sviluppi di questa vicenda che tocca da vicino un componente importante della Giunta regionale. In ogni caso, auspichiamo di avere il prima possibile la massima chiarezza sui fatti, certo che l’assessore e la presidente Jole Santelli sapranno gestire con grande delicatezza la situazione». Così il segretario regionale della Lega Calabria Cristian Invernizzi ha commentato le ultime indiscrezioni giornalistiche riguardanti l’assessore regionale alle Infrastrutture Domenica Catalfamo che, secondo quanto riportato recentemente da alcune testate, risulterebbe indagata per più reati, tra i quali il concorso esterno in associazione mafiosa, e condannata per omicidio colposo. «Su questa vicenda – assicura ancora Invernizzi – c’è una costante interlocuzione con la presidente Santelli, alla quale abbiamo già fatto ben presente la nostra posizione in merito. L’approccio garantistico, che da sempre contraddistingue il nostro partito, deve essere però contemperato dall’assoluta necessità di trasparenza su un Giunta da poco insediata, a maggior ragione in seguito a una campagna elettorale in cui la lotta alla ‘ndrangheta e la trasparenza delle azioni amministrative sono state fin dall’inizio le tematiche principali della coalizione di centrodestra».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto