Cutro, Domenico Mannino commissario

La nomina dalla Prefettura di Crotone dopo le dimissioni irrevocabili del sindaco Divuono. Il neo commissario resterà in carica fino alle nuove elezioni

CUTRO Il prefetto di Crotone Tiziana Tombesi, con provvedimento del 3 luglio 2020 ha sospeso il Consiglio comunale di Cutro, fino all’emanazione del relativo decreto di scioglimento, nominando, per la provvisoria gestione, il prefetto in quiescenza Domenico Mannino con i poteri del Sindaco, della Giunta e del Consiglio. Il provvedimento si è reso necessario dopo le dimissioni, divenute irrevocabili, del sindaco Salvatore Divuono. Quest’ultimo, eletto nel giugno 2016 alla guida di una lista civica, aveva lasciato l’incarico al termine di un periodo caratterizzato da fibrillazioni all’interno della maggioranza. Mannino, nato a Reggio Calabria il 22 gennaio 1947, coniugato, si è laureato in Giurisprudenza nel 1970 a Messina ed è abilitato all’esercizio della professione di avvocato. Nel corso della sua carriera, ha prestato servizio nelle Prefetture di Catanzaro, Reggio Calabria e Pisa. Ha ricoperto, inoltre, diversi incarichi tra i quali quelli di componente della Commissione straordinaria per la gestione del Comune di Nola e le gestioni commissariali dei comuni di Ardore, Anoia Cesignana, Melito Porto Salvo, Benestare, Stignano, Locri, Villa San Giovanni, Taurianova e Ancona. Nominato Prefetto il 30 dicembre 2003, ha svolto le funzioni di Prefetto di Massa Carrara, di Rimini e di Livorno. Da novembre 2017 a novembre 2019, Mannino è stato nominato componente della Commissione straordinaria per la gestione del Comune di Isola di Capo Rizzuto, sciolto per infiltrazioni della criminalità organizzata.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto