«Sono sempre stato al servizio delle persone, altro che “reuccio”»

La replica di Vincenzo Sculco agli articoli comparsi sul Corriere della Calabria. «Da parte di Flora non c’è nessuna intenzione di avvicinarsi all’UdC»

Riportiamo di seguito la replica dell’onorevole Enzo Sculco per il pezzo pubblicato sulla nostra testata “Crotone, il Pd fatica a trovare unità e rifiuta alleanze con il “reuccio” “

Egr. direttore
Mi trovo costretto a scriverle per rivendicare un diritto di replica, che avrei già dovuto esercitare più e più volte, quasi quotidianamente, sulla sua testata. Il Corriere della Calabria è uno degli organi di informazione più autorevoli della nostra regione, peccato abbia cadute di stile e mancanza di qualità nella cronaca crotonese. Il giornalista Gaetano Megna, senza mai citare fatti, fonti o utilizzare virgolettati si inventa storie e storielle che, per quanto riguardano la mia persona e il movimento politico che rappresento, non hanno mai trovato alcun riscontro nella verità.  Parto dall’ultima ma solo per comodità. Il Megna parla di un “probabile avvicinamento della consigliera regionale Flora Sculco al gruppo dell’UdC”.
Non è la prima volta che viene scritta questa cosa, l’ha già fatto durante la fase pre elettorale delle regionali, bisogna per forza essere in malafede, paradossale il collegamento poi ad una vicenda, quelle delle Commissioni del Consiglio regionale, che la stessa Flora ha avuto modo più e più volte di spiegare direttamente a tutti quei giornalisti che hanno avuto la compiacenza di fare almeno una telefonata all’interessata. Ed invece no, il giornalista Megna, si inventa una sua teoria trasformista che colpisce sempre e comunque il sottoscritto ed il suo movimento politico. 
P.S. Nella mia vita ho avuto pochi nomignoli, mi sono sempre riconosciuto in quello di Grande Blek, il personaggio dei fumetti che rappresentava un trapper americano che aiutava i coloni nella lotta per raggiungere l’indipendenza dell’America coloniale contro il predominio inglese. Come vede direttore da sempre mi raffigurano come uno che lotta per la gente e contro i Re, figurarsi contro i reucci…

LA RISPOSTA DEL DIRETTORE 

On.le Sculco,
ho letto la replica che mi ha inviato e, pur apprezzando le parole di stima rivolte all’indirizzo del giornale che dirigo, ho compreso da subito che forse l’animosità l’ha spinta ad usare toni e parole che certamente non le appartengono.
Ecco perchè ne pubblichiamo uno stralcio omettendo gratuite ed irritate offese all’indirizzo del collega Gaetano Megna, un professionista serio e autorevole.
Sculco dovrebbe oramai sapere che i giornalisti raccontano gli scenari politici attuali e futuri e nel farlo, evidentemente, utilizzano fonti, verificano le circostanze e approfondiscono le indiscrezioni ma se lei non condivide può, nell’ambito del suo ruolo pubblico e politico, esercitare un pieno diritto di replica, evitando possibilmente di esprimere inutili giudizi. Impressiona e non poco leggere poi precisazioni, circostanze e notizie che non la riguardano, essendo riferite al consigliere regionale Flora Sculco che apprezzo per l’autonomia di giudizio e di intervento. Infine e con riferimento alla definizione di “Reuccio” sa bene che si tratta di un vezzeggiativo suggerito da lei al collega quando decise di spostare la sua segreteria in via Firenze.  Se stiamo ai fatti sarà sicuramente d’accordo con me che da qualche decennio il suo peso politico ed elettorale a Crotone è significativo, l’appellativo dunque sintetizza questa circostanza e lo fa in maniera efficace. Dovrebbe compiacersene, non irritarsi.  Pensi se invece l’avesse definita “signore delle preferenze”.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto