Calabrese critica la visita a Locri del ministro Azzolina: «Arroganza e scorrettezza»

Il primo cittadino punta i Cinque Stelle dopo aver appreso dalla stampa la venuta del capo del Dicastero all’IStruzione. «Ho inviato il benvenuto a Locri, ma suggerisco un master universitario su Cerimoniale, protocollo e galateo istituzionale»

LOCRI «L’arroganza e la poca correttezza dei ministri rappresentanti del Movimento Cinque Stelle». Non va di certo per il sottile, il sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, nel commentare la notizia relativa alla visita del ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, in occasione dei campi estivi organizzati nei beni confiscati alla criminalità organizzata.
«Incredibile, ma vero – scrive su Facebook Giovanni Calabrese – abbiamo appreso dalla stampa che il ministro Azzolina sarà nella città di Locri per motivi “istituzionali” e in visita in un bene confiscato di proprietà del Comune, paradosso».
Per il primo cittadino si tratta di «un’altra visita lampo con l’arroganza e la poca correttezza dei ministri a cinque stelle che pensano di governare mettendo sotto i piedi il galateo istituzionale. 
Stessa cosa aveva fatto l’ex Ministro pentastellato Giulia Grillo».
«Spiace – aggiunge Calabrese – non poter confrontarci con il capo del dicastero all’Istruzione in un momento così particolare per il mondo scolastico, a cui il Governo ha dato ai sindaci anche grosse responsabilità. Spiace non poter apprezzare le lodevoli iniziative messe in campo per la legalità. Spiace dover assistere da spettatori; siamo stanchi delle visite lampo in una terra che accoglie ma che viene solo sfruttata per passerelle».
«Al ministro Azzolina, a cui ho inviato, nonostante tutto, una nota di benvenuto a Locri – chiosa il sindaco Calabrese – suggerisco di partecipare al corso di formazione universitaria promosso da Ancep, Associazione Nazionale Cerimoniali Enti Pubblici, avente ad oggetto “Cerimoniale protocollo e galateo istituzionale”».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto