Ponte sullo Stretto, Salvini: «Utile per dare segnale di ripartenza con grandi opere»

Il leader del Carroccio: «Serve un segnale al Paese. Bisogna decidere se si vuole un’Italia fondata sul lavoro o sull’assistenza»

ROMA «Se cade governo nuove elezioni? A me interessa che ci sia qualcuno che per cinque anni può decidere. Ditemi una riforma fatta in questo anno di governo. Ci sono alcune riforme a costo zero, per esempio sulla burocrazia, che si possono fare». Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, partecipano all’iniziativa “Le due giorni di Alis-la ripresa per un’Italia in movimento”. «Serve un gran segnale di ripartenza per il paese – ha aggiunto – con alcune grandi opere. A settembre ci saranno le elezioni a Reggio Calabria, per me si deve eleggere un sindaco nuovo che si incontri con quello di Messina e dopo 30 anni di chiacchiere si inizi con i lavori per il ponte sullo stretto».
Per Salvini «devi decidere se vuoi un’Italia fondata sul lavoro e sull’assistenza».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto