Palazzo Campanella, si insediano le commissioni

Il presidente Esposito invita a ripensare l’organizzazione dell’intera rete sanitaria: «Sarà importante giungere anche alla definitiva integrazione del “Pugliese” con la “Mater Domini”». Giannetta: «Prima seduta dedicata al Consorzio regionale per le attività produttive». In Commissione Agricoltura eletto vicepresidente Luigi Tassone

REGGIO CALABRIA Si è insediata oggi la terza Commissione consiliare permanente “Attività sociali, sanitarie, culturali e formative”, presieduta dal consigliere Sinibaldo Esposito. Presenti e votanti 6 consiglieri, l’organismo ha eletto vicepresidente il consigliere del Pd, Libero Notarangelo (due le preferenze; 4 le schede bianche).
In apertura dei lavori, il presidente ha svolto una relazione introduttiva per illustrare compiti e funzioni della Commissione. «Ringrazio per essere stato eletto alla guida di questo organismo che riveste grande centralità ed importanza per la comunità calabrese, ancor più, nella fase così delicata che stiamo attraversando. Sulla Commissione Sanità, i riflettori sono accesi e c’è una ragionevole attesa rispetto ai provvedimenti e agli atti di indirizzo che assumeremo. Rivolgo ai colleghi esponenti dell’opposizione, l’invito alla leale collaborazione, convinto che riusciremo a trovare sintesi e sinergie su argomenti che per loro intrinseca natura, valicano le appartenenze politiche e costituiscono patrimonio comune. Dopo anni di commissariamento e frammentazione dei settori che dovrebbero guidare univocamente la sanità – ha sottolineato Esposito – servirà ripensare l’organizzazione dell’intera rete sanitaria, distinguendo il sistema ospedaliero (presidi Hub e Spoke) dalla rete territoriale, per rimuovere le criticità attuali che allontanano la concreta garanzia del diritto alla salute ed assicurare così la certezza sull’erogazione delle prestazioni. Sarà importante, infine, giungere anche alla definitiva integrazione del ‘Pugliese’ con la ‘Mater Domini’».
A chiusura della relazione del presidente, sono intervenuti il vicepresidente Libero Notarangelo, il segretario Raffaele Sainato ed i componenti Francesco Pitaro (Misto), Giuseppe Graziano (Unione di Centro) e Filippo Mancuso (Lega Salvini) che hanno offerto diversi contributi e proposte rispetto alle priorità da affrontare sui tanti versanti d’interesse della materia sanitaria.
Rispetto agli interventi dei diversi consiglieri si è convenuto «di redigere, in occasione delle future riunioni di Commissione, ordini del giorno snelli; d’intervenire sin da subito su alcune tematiche come l’urgente problematica del servizio 118 delle Asp di Catanzaro e Crotone; di affrontare la questione del welfare e dei nuovi ospedali, avendo come direttrice d’impegno lo sforzo – partendo dalla conoscenza delle specificità del territorio – di rendere la Calabria, una ed una sola, garantendo uniformità dei servizi sanitari dal Pollino a Scilla».

COMMISSIONE VIGILANZA Si è insediata oggi a palazzo Campanella anche la Commissione speciale di Vigilanza presieduta dal consigliere Domenico Giannetta. Presenti e votanti sei componenti (Crinò; Di Natale; Esposito; Giannetta; Guccione; Molinaro), l’organismo consiliare ha eletto con due voti favorevoli e quattro schede bianche alla carica di vicepresidente il consigliere Carlo Guccione (Pd).
Nel prosieguo dei lavori, la Commissione, dopo aver votato all’unanimità il rinvio dell’approvazione della relazione sul “Rendiconto dell’esercizio finanziario 2019 e della relazione sulla gestione” del Consiglio Regionale (Deliberazione U.P. n. 16 del 26 giugno 2020), ha audito in merito alla situazione finanziaria ed amministrativo-gestionale del Corap Calabria il dirigente generale reggente – Dipartimento: Sviluppo economico – Attività produttive Felice Iracà e diverse organizzazioni sindacali.
«Ho pensato di dedicare la prima seduta della Commissione Vigilanza alla crisi del Consorzio, ricominciando proprio da dove ci eravamo lasciati la scorsa legislatura – ha esordito il presidente Giannetta-. Oggi, i timori di allora sono diventati fatti concreti, essendo intervenuti una pronuncia di illegittimità da parte della Corte Costituzionale e una sostanziale improduttività della legge regionale rimasta elusa nella parte in cui prevedeva la nascita dell’Agenzia Regionale Sviluppo Aree Industriali. A ciò – ha sottolineato Giannetta- deve aggiungersi la considerazione che le condizioni favorevoli che l’allora commissario straordinario, oggi commissario liquidatore, aveva preannunciato si sarebbero create in virtù della procedura di liquidazione, non si sono di fatto verificate. Pertanto – ha concluso il presidente- l’obiettivo è più che mai quello di creare percorsi condivisi e di collaborazione, interloquendo anche con la sezione regionale di controllo della Corte dei Conti, nell’interesse dei lavoratori le cui sorti sono interconnesse con l’evoluzione delle strategie di gestione del Corap Calabria».

COMMISSIONE AGRICOLTURA Insediata anche la sesta commissione consiliare “Agricoltura e foreste, Consorzi di bonifica, Turismo, Commercio, Risorse naturali, Sport e Politiche giovanili” presieduta dal consigliere Pietro Molinaro.
Presenti e votanti cinque componenti (Crinò; Giannetta; Molinaro; Vito Pitaro; Tassone), l’organismo consiliare ha eletto con un voto favorevole e quattro schede bianche alla carica di vicepresidente il consigliere Luigi Tassone (Pd).
«Sono onorato di ricoprire il ruolo di vicepresidente e al tempo stesso responsabilizzato, riconoscendo a questa Commissione la centralità rispetto, in particolare, a due grandi questioni: turismo ed agricoltura. Costruiremo insieme percorsi condivisi e partecipati, dando voce a tutti gli operatori del comparto», ha asserito Luigi Tassone.
Dopo l’augurio di “buon lavoro” da parte dei componenti alla Commissione, che hanno sottolineato la competenza nel settore di Pietro Molinaro, è stato lo stesso presidente a chiudere i lavori odierni. «E’ un giorno importante che apre ufficialmente l’attività di questa Commissione, che è stata fortemente voluta in seno al Consiglio regionale. Un organismo di nuova istituzione, corroborato da deleghe importante, che avrà a cuore – ha richiamato il presidente – tematiche di fondamentale importanza connesse a opportunità preziose, come quella dei Fondi comunitari, sulle quali cominciare a lavorare per disegnare e programmare uno sviluppo effettivo e funzionale ai bisogni del territorio calabrese. Il nostro vuole essere – ha concluso Molinaro – un lavoro di squadra a tutti i livelli, Giunta e Consiglio, e ringrazio fin da ora gli Uffici di Palazzo Campanella per la collaborazione che sapranno offrire».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto