Niglia “gioca” di difesa

VIBO VALENTIA «Su di me solo illazioni e fandonie. Ora ci lascino lavorare serenamente ai tanti problemi dell’ente». Lo ha detto Andrea Niglia, neo presidente della Provincia di Vibo Valentia…

VIBO VALENTIA «Su di me solo illazioni e fandonie. Ora ci lascino lavorare serenamente ai tanti problemi dell’ente». Lo ha detto Andrea Niglia, neo presidente della Provincia di Vibo Valentia nel corso di una conferenza stampa.
Niglia è stato eletto a capo della lista “Insieme per la Provincia di Vibo Valentia adesso”, che vedeva insieme i renziani del Pd (che fanno capo all’ex presidente della Provincia Francesco De Nisi), esponenti Ncd (che fanno riferimento all’assessore regionale della Calabria, Nazzareno Salerno), di Forza Italia e di Fratelli d’Italia. Il neo-presidente ha convocato i giornalisti per «dare spiegazioni e ripristinare la verità in merito alle numerose inesattezze sollevate verso di me, che altro non sono che mere speculazioni». Per Niglia le elezioni sono state «un evento democratico sul quale non possono essere gettate ombre. Non un “accorduni” o un inciucio, nè tantomeno un fatto “criminoso”, ma una lista civica messa in piedi allo scopo di far ripartire l’ente».
Entrando nel merito della sua candidabilità, il presidente eletto ha chiarito che «se vi erano le condizioni giuridiche per fare il sindaco appena qualche mese fa, non vedo cosa sia cambiato adesso».
Niglia (affiancato dal proprio legale di fiducia, Antonello Fusca) ha sostenuto che «ci sono state delle sentenze del Tribunale di Vibo Valentia e del Tar del Lazio che sono entrate nel merito della mia posizione e hanno certificato e assicurato la mia completa estraneità alle accuse che mi sono state mosse».
Ha, infine, parlato poi dell’incompatibilità che sarebbe derivata da un suo incarico alla Provincia: «incarico -ha specificato – cui ho già rinunciato».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto