Referendum, meno della metà dei calabresi è andato alle urne

Supera il 50% solo la provincia di Crotone che si attesta al 54,25%. Segue il Reggino con il 49,19%. Mentre nelle altre province solo poco più di quattro elettori su dieci hanno espresso il proprio voto

CATANZARO Non supera il 50 percento degli aventi diritto al voto il quorum dei calabresi che si è recato alle urne per votare alla consultazione referendaria per il taglio dei parlamentari. In particolare la percentuale dei votanti si attesta al 45,18%.
È la provincia di Crotone quella che registra il numero maggiore di persone che si sono espresse sul referendum confermativo per il taglio del parlamentari. Nel Crotonese infatti si è ampiamente superata la metà degli aventi diritto al voto. Qui secondo il ministero dell’Interno, il dato si è attestato al 54,25%. Subito dopo la percentuale più alta si è registrata nel Reggino che ha sfiorato la metà degli elettori: 49,16%. Sicuramente ad essere determinante nel raggiungimento di questo risultato la circostanza che in entrambi i casi si votava nelle due città capoluogo.
Appena sopra i quattro elettori su dieci che si sono recati alle urne nel Vibonese e nel  Catanzarese che segnano un’affluenza pari rispettivamente al 43,23% e al 42,24%. Ultima in classifica la provincia di Cosenza: qui ad andare a votare per il referendum è stato il 42,02%. (rds)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto