Referendum, iniziato lo spoglio: il 77,51% dei calabresi dice “Sì” al taglio

Primi numeri dalle urne che vedono scrutinate 2.314 sezioni sulle 2.421 totali della regione. Il Sì si attesta per ora su una percentuale più alta rispetto alla media nazionale (69,58%).
Percentuale più alta nelle provincia di Crotone, dove oltre l’82% delle preferenze vanno a favore della riduzione del numero dei parlamentari – IN AGGIORNAMENTO

CATANZARO Dopo la chiusura dei seggi delle ore 15 è iniziato lo spoglio delle schede relative al Referendum Costituzionale sul taglio dei parlamentari che, stando ai numeri parziali, sancisce quanto già anticipato negli exit poll: anche in Calabria è plebiscito per il Sì. 
Il dato supera quello parziale su base nazionale attestato al 69,58%.
Gli elettori erano chiamati alle urne per prestare il loro consenso o dissenso rispetto al quesito che chiedeva di approvare «il testo della legge costituzionale concernente “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.240 del 12 ottobre 2019».
In regione, dove le sezioni scrutinate alle ore 19.21 sono 2.314 su 2.421 con un’attestazione del Sì al 77,51% (482.483 voti). Il No registra invece un dato parziale di 139.962 voti (22,49%).
 Numeri simili in tutte le province con il dato più alto registrato nel Crotonese e quello più basso nel Reggino.

Di seguito le percentuali provincia per provincia:
– Catanzaro Sì al 79,44% (83.572) contro No al 20,56% (21.634)
– Cosenza Sì al 81,05% (174.786) contro No al 18,95% (40.865)
– Crotone Sì al 81,81% (53.155) contro No al 18,19% (11.817)
– Reggio Calabria Sì al 70,96% (141.155) contro No al 29,04% (57.757)
– Vibo Valentia Sì al 79,20% (33.301) contro No al 20,80% (8.748)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto