Comunali, a Santa Severina vince Giordano, Dattolo a Rocca di Neto, Bruno a Strongoli

I risultati nei comuni del Crotonese che non andranno al ballottaggio. L’ex consigliere regionale riparte dal “suo” Comune

CROTONE Scrutinio delle elezioni comunali ancora in corso, nel Crotonese. Oltre al capoluogo e al comune di Cirò Marina – ne parleremo a parte – sono andati al voto per rinnovare le amministrazioni comunali di Santa Severina, Rocca di Neto e Strongoli.
A Santa Severina, sono state scrutinate le tre sezioni e le urne hanno decretato l’elezione di Salvatore Lucio Giordano, supportato dalla lista “Il Borgo” con il 62,28% dei consensi. Angelina Rizzuti e la sua lista “Insieme per Cambiare” si fermano al 37,72.
A Rocca di Neto è stato eletto Alfonso Dattolo (Rialziamoci Rocca di Neto) con il 36,6%. Si tratta di un ritorno alla guida dell’Amministrazione comunale locale, incarico già ricoperto due volte, da parte dell’ex consigliere regionale dell’Udc, oggi vicino alle sorti di Fratelli d’Italia. Al termine di un avvincente testa, cui si sono contesi i 3564 voti espressi dai 5101 elettori, Dattolo, contrapposto al sindaco uscente, Tommaso Blandino del Pd, ha ottenuto 1294 voti, pari al 36,6%, contro i 1216 (34,4%) ottenuti da Blandino. La terza contendente in lizza a Rocca di Neto, era Elisa Barretta, sostenuta dai DemoKratici di Sculco, che si è fermata al 28,8% con 1019 voti.
Nelle otto sezioni allestite dal comune di Strongoli, infine, si impone Sergio Bruno di “Per Strongoli”  con il 49,32. L’ex presidente della Pro Loco è, dunque, il nuovo primo cittadino. Ferdinando Greco e la sua “Strongoli Ora” si sono assestati al 27,20, seguito  da Saverio Antonio Romano e “Strongoli nel cuore” con il 23,49.

In aggiornamento





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto