Bruno Bossio alla riunione Uncem: «Digitale e sviluppo aree interne temi fondamentali»

La deputata del Partito Democratico spiega: «Da anni tentiamo di accendere i riflettori del dibattito pubblico e politico: piccoli comuni, spopolamento dei borghi, digitale, smart working»

enza-bruno-bossio

CATANZARO «È incredibile come oggi siano diventati di moda temi su cui da anni tentiamo di accendere i riflettori del dibattito pubblico e politico: piccoli comuni, spopolamento dei borghi, digitale, smart working». Ad affermarlo la parlamentare del PD, Enza Bruno Bossio, nel suo intervento oggi all’assemblea nazionale Uncem (Uncem, unione nazionale comuni, comunità ed enti montani). «Purtroppo – prosegue  la deputata- questi argomenti sono diventati di moda con la pandemia, ma anche in questo dobbiamo saper cogliere gli aspetti positivi. Vuol dire che avevamo ragione anche prima, che non si può più immaginare uno sviluppo senza digitale, senza i piccoli comuni, senza i territori interni. Il Ministero dei Trasporti prevede nel Recovery plan un rifinanziamento del nostro fondo destinato ai piccoli comuni, nonché la  manutenzione straordinaria della viabilità delle aree interne. Ci sono però dei ritardi nel nostro posizionamento sul  digitale: ritardi su connettività e su competenze. Per superare questo divario, dobbiamo uscire fuori dai luoghi comuni. Gli investimenti sulle aree bianche, infatti,  già ci sono ma occorre evitare  sovrapposizioni  e agire anche attraverso la revoca delle assegnazioni dei bandi, se non si raggiungono i risultati previsti entro questo fine 2020».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto