Oss Cosenza, Bevacqua: «Ingiustificabile il ritardo sulle prove concorsuali»

Il capogruppo del Pd in Consiglio regionale attacca la commissaria dell’Asp bruzia: «Il silenzio della Panizzoli non sembra davvero giustificabile»

COSENZA «È semplicemente assurdo che la commissaria straordinaria dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza non riesca a trovare una soluzione in relazione ai 24 posti di operatori socio sanitari messi a bando due anni fa: nonostante l’emergenza in atto e le carenze quotidianamente evidenti, infatti, non sono stati ancora assegnati perché, dopo la preselezione, non è stata ancora espletata la prova scritta. Pare, anzi, sia destinata a saltare anche la data del prossimo 19 dicembre. E così, 1045 candidati restano sospesi e sono costretti a una legittima e sacrosanta protesta, mentre tutte le strutture sanitarie denunciano una disperata mancanza di personale». È quanto afferma il consigliere regionale del Partito democratico Mimmo Bevacqua, il quale aggiunge: «Il silenzio della commissaria Panizzoli non sembra davvero giustificabile. Da parte sua, dovrebbe essere la cosa più ovvia e naturale attivarsi in maniera pronta e adeguata per superare questo e altri stalli. In fondo, i commissari, specie quelli straordinari, servono proprio a questo».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto