Decreto Calabria, Sposato chiede un emendamento per i lavoratori precari

Il segretario Cgil chiede al governo di inserire nella misura una previsione a tutela di chi presta lavoro in appalti di servizi e chiede un incontro al nuovo commissario Giudo Longo

CATANZARO «In questo periodo di vacatio organizzativa nelle Asp Calabresi sono tante le lavoratrici e i lavoratori che prestano lavoro in appalti di servizi che rischiano il posto di lavoro per mancanza di differimento dei termini degli stessi». Lo afferma, in una dichiarazione, il segretario generale della Cgil della Calabria, Angelo Sposato.
«Chiediamo al Governo ed alla deputazione parlamentare calabrese, con lo spirito di evitare i licenziamenti – aggiunge Sposato – di inserire un emendamento nel decreto Calabria per prorogare di almeno sei mesi le attività lavorative in attesa di un piano complessivo di internalizzazioni. Abbiamo chiesto un incontro unitario al Commissario alla sanità, prefetto Guido Longo e sollecitato le Prefetture per intervenire sulle scadenze ed evitare conflitti e rotture sociali a tutela delle lavoratrici e lavoratori».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto