Foti dalla parte di Raffa: «Fi deve cambiare»

REGGIO CALABRIA «L’accorato appello al cambiamento lanciato dal presidente della Provincia di Reggio, Peppe Raffa, deve trovare immediato riscontro in chi di dovere, non possiamo permetterci di disperdere il contributo…

REGGIO CALABRIA «L’accorato appello al cambiamento lanciato dal presidente della Provincia di Reggio, Peppe Raffa, deve trovare immediato riscontro in chi di dovere, non possiamo permetterci di disperdere il contributo di chi è costantemente a lavoro per il territorio». Così il vicecoordinatore regionale di Fi Nino Foti. «Ci deve essere, nel nostro partito – aggiunge –, una fase di rinnovamento è chiaro che non può prescindere proprio da chi conosce i problemi della nostra gente, non può essere diversamente. Condivido e comprendo l’amara riflessione di Raffa, con il quale mi sono confrontato a lungo in questi giorni. Nel corso di questi anni abbiamo lavorato tanto, insieme ai nostri dirigenti, ai nostri rappresentanti presenti in tutti i comuni della Provincia, per fare di Forza Italia quel grande movimento capace di ascoltare e offrire risposte concrete. Insieme ai tanti sostenitori, portando avanti anche l’importante lavoro di chi mi ha preceduto nel ruolo di coordinatore provinciale, abbiamo ottenuto, grazie a un’azione di coinvolgimento e radicamento capillare, tantissimi successi elettorali. Ci siamo sacrificati allora, quando in pochi ci credevano, e non abbiamo esitato a farlo anche di recente, quando in tanti hanno preferito virare verso altri lidi».

ALTRA DIREZIONE «È chiaro quindi – insiste Foti – che adesso dispiace vedere che tutto sta prendendo un’altra direzione rischiando di vanificare i nostri sforzi. Come ho avuto più volte occasione di dire, sono stati commessi tanti errori negli ultimi tempi. Tante risorse preziose per il nostro movimento non sono state valorizzate, tante storie di successi sono state quasi dimenticate e si è preferito affidare responsabilità senza considerare i reali meriti, infrangendo quelle regole basilari che hanno costituito da sempre la struttura portante del nostro movimento. Il paradosso purtroppo è che nonostante ci siano state tante, troppe discussioni, è mancato un reale confronto sia interno al partito che con la nostra gente, e i risultati, in termini di crescente disaffezione, sono sotto gli occhi di tutti.
Tuttavia ritengo che sia necessario rispettare quanto costruito in questi anni e credo pertanto che abbiamo il dovere, prima di prendere qualsiasi decisione, di confrontarci con tutti i nostri amministratori e con i nostri sostenitori e verificare se questo movimento sia ancora in grado di offrire le risposte necessarie specialmente su quei temi che riguardano lo sviluppo del Sud e della Calabria».

PARTECIPAZIONE «Nei prossimi giorni quindi – conclude l’ex parlamentare – avvieremo un percorso di ascolto del territorio e a tal proposito invito sin da ora tutti gli amministratori, i dirigenti e i rappresentanti storici del nostro Partito, a partecipare offrendo il proprio contributo a quello che auspico possa essere un confronto serio e costruttivo. Di fronte all’assenza del governo nazionale, che sembra aver abbandonato la Calabria, di fronte alla confusione con la quale si muove l’azione della nostra amministrazione regionale, non possiamo assolutamente permettere che, in un territorio già in estrema difficoltà come il nostro, non vi sia una forza politica che tuteli i cittadini e si batta a gran voce a loro fianco. Forza Italia ha da sempre incarnato questo ruolo, ma se vuole continuare a farlo, come io mi auguro, certamente deve ripristinare quei valori e quei principi che per lungo tempo l’hanno resa vincente».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto