Un progetto di legge per “recuperare” 120 Lsu-Lpu

REGGIO CALABRIA La terza Commissione consiliare, “Sanità, Attività sociali, culturali e formative”, presieduta dal consigliere Michele Mirabello, ha approvato nel corso dei lavori odierni due proposte di legge. La prima…

REGGIO CALABRIA La terza Commissione consiliare, “Sanità, Attività sociali, culturali e formative”, presieduta dal consigliere Michele Mirabello, ha approvato nel corso dei lavori odierni due proposte di legge. La prima proposta, illustrata dal consigliere Domenico Battaglia, e sottoscritta dai consiglieri Giuseppe Neri, Giovanni Nucera e Sebi Romeo, modifica la denominazione dell’Azienda ospedaliera Hub di Reggio Calabria in “Grande Ospedale Metropolitano” Bianchi-Melacrino-Morelli dell’Area sud del territorio della Calabria, in concomitanza con l’entrata in vigore della nuova riforma istituzionale. Il progetto di legge è composto da tre articoli: il primo, definisce la nuova denominazione dell’Azienda ospedaliera; il secondo, dispone la clausola di invarianza finanziaria derivante dall’applicazione della presente legge e il terzo stabilisce l’entrata in vigore della legge stessa il giorno successivo a quello di pubblicazione di tali norme sul Bollettino ufficiale regionale. 
Nel corso dei lavori, l’organismo ha discusso e approvato un progetto di legge di iniziativa del capogruppo del Pd Sebi Romeo «per l’utilizzo dei lavori socialmente utili e di pubblica utilità nel bacino regionale calabrese». Il progetto di legge prende spunto dalla situazione in cui sono venute a trovarsi poco più di 120 unità lavorative che per ragioni indipendenti dalle loro volontà, a suo tempo, erano transitate in società partecipate sciolte in seguito per infiltrazioni mafiose. Il progetto di legge oggi approvato in Commissione interviene reintegrando nel bacino Lsu-Lpu quei lavoratori, senza aggravio di spesa per le finanze regionali. L’articolo 1 della legge indica i beneficiari e le loro modalità di utilizzo; l’articolo 2, la clausola di invarianza finanziaria e l’articolo 3, le norme di attuazione. 
La terza Commissione, nel proseguimento dei lavori, su proposta del presidente Mirabello, ha votato la riapertura dei termini per il deposito di ulteriori ed eventuali emendamenti a progetti di legge in materia di “anagrafe canina e prevenzione del randagismo” (di iniziativa del segretario-questore Giuseppe Neri); in materia “di misure a favore di sindaci e amministratori locali vittime di attentati per causa di servizio” (proponente il consigliere Orlandino Greco); di istituzione di un Osservatorio dei Minori (di iniziativa della Giunta regionale); di criteri “per la corretta applicazione delle norme sul territorio regionale” (proponente il consigliere Giuseppe Giudiceandrea); di istituzione del Tropea Festival – Leggere e Scrivere (di iniziativa del consigliere Giuseppe Mangialavori); in materia di “rimozione delle barriere della comunicazione e per il riconoscimento e la promozione della lingua italiana dei segni e per l’inclusione sociale delle persone con disabilità uditiva” (proponente il consigliere Franco Sergio).
Infine, la Commissione ha audito i rappresentati di Federconsumatori Calabria e dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti.
Ai lavori hanno fornito il loro contributo i consiglieri: Greco, Sculco, Romeo, Arruzzolo, Mangialavori, Giudiceandrea, Esposito e Battaglia.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto