Un convegno sulla riserva delle “Valli Cupe”

Un dibattito a più voci per illustrare la legge istitutiva della Riserva Naturale “Valli Cupe” approvata all’unanimità dal consiglio regionale a dicembre 2016. Il convegno, intitolato “Sboccia la Riserva nelle…

Un dibattito a più voci per illustrare la legge istitutiva della Riserva Naturale “Valli Cupe” approvata all’unanimità dal consiglio regionale a dicembre 2016. Il convegno, intitolato “Sboccia la Riserva nelle Valli Cupe”, si terrà venerdì 10 marzo con inizio alle ore 16.30 nell’Auditorium di “Porta del Parco” a Sersale (in un’area espositiva di circa 1000 mq che comprende anche un Planetario digitale da 45 posti). La legge regionale, proposta dal consigliere Mimmo Tallini, è stata approvata all’unanimità dalla commissione Ambiente presieduta da Domenico Bevacqua dopo alcune sedute in cui è stata vagliata con il prezioso supporto del dipartimento Ambiente della giunta regionale, e subito dopo dall’Aula. L’iter legislativo che ha coinvolto tutti i soggetti interessati è durato un anno. Al convegno prenderanno parte, oltre a Tallini e Bevacqua, Orsola Reillo, direttrice generale del dipartimento Ambiente della Regione e Antonella Rizzo, assessore regionale all’ Ambiente. Trarrà le conclusioni il vicepresidente della Regione Antonio Viscomi molto attento ai processi di sviluppo dal basso. È prevista la partecipazione del generale Aloisio Mariggiò, commissario di “Calabria Verde”, della commissaria del Parco nazionale della Sila Sonia Ferrari, del responsabile nazionale per le Aree Protette di Legambiente Antonio Nicoletti e della storica dell’arte Anna Gastel (la prima donna battitrice d’asta da Christie’s), presidente del Festival “MiTo” realizzato dalle città di Milano e Torino. Dopo i saluti del sindaco di Sersale avv. Salvatore Torchia, sarà l’etnobotanico Carmine Lupia, promotore, assieme alla cooperativa “Segreti Mediterranei” presieduta da Rossella Capellupo, dell’esperienza naturalistica di successo della Sila Piccola, spiegare nascita e sviluppo delle Valli Cupe. Un’area che rientra, con i suoi fitti boschi e il variopinto quadro d’ambienti, negli itinerari di prestigiose guide nazionali ed internazionali di turismo (“Cento luoghi incantati da vedere nella vita”- Rizzoli – e la guida internazionale “Lonely Planet”), In breve: un modello di sviluppo dal basso che – in questa parte storicamente svantaggiata del Paese – nel tempo è riuscito: a creare interesse diffuso, coinvolgendo le scuole e le Università ma anche esperti e persino la prestigiosa Società Botanica Italiana che nel 2008 ha scelto la Calabria, segnatamente le Valli Cupe, per quattro giorni di escursione scientifica; a stimolare la formazione di una fitta rete di iniziative economiche per la valorizzazione dei prodotti del territorio, ad incominciare dalle tante proposte enogastronomiche che puntano sulla qualità e la genuinità delle materie prime. Modera il dibattito il capo ufficio stampa del consiglio regionale Romano Pitaro. In mattinata, prima del convegno, è possibile partecipare nel Planetario ad “un viaggio in orbita visionando frammenti di meteoriti e copie in scala della navicella Apollo” con la guida del professor Francesco Bevacqua. Nel corso della manifestazione saranno illustrate le 10 foto più belle sull’area “Valli Cupe” e proiettati due filmati: uno della Bbc, realizzato da Andrew Graham-Dixon, critico d’arte inglese, e da Giorgo Locatelli, chef italiano a Londra; il secondo da Geo & Geo (un programma di Rai3).







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto